Film stasera sulle tv gratuite: FEMME FATALE di Brian De Palma. Con Antonio Banderas (lunedì 5 agosto 2013)

Femme fatale, Iris, ore 23,17.
femme fataleDopo la delusione a Venezia procurata da Passion, l’ultimo film di Brian De Palma – protagoniste Noomi Rapace e Rachel McAdams – son stati tanti a scrivere, me compreso, che per lui sarebbe arrivata la fase dell’autocitazionismo e del manierismo acuti: nel tentativo di riesumare tardivamente i propri noir morbosi e perversi degli anni Settanta, intendo Vestito per uccidere, Omicidio a luci rosse ecc. Molti hanno indicato tra i precedenti di Passion anche questo Femme fatale, che però è del 2002, e già pesantemente autocitazionista e autoreferenziale. Dunque non è da oggi che De Palma sembra ripercorrere e rincorrere, come in un labiritno e in una stanza degli specchi, il se stesso dell’età dell’oro, quando a sua volta rifaceva i grandi classici come Hitchcock, Fritz Lang, Billy Wilder (soprattutto e ossessivamente il primo). De Palma del resto affascina anche così, con il suo cinema che è sempre metacinema, cinema che basta a se stesso e conchiuso in sè, come blindato e impermeabile a stimoli e segnali esterni. Cinema che dà le vertigini, dove non sai più dove sia la cosa e il suo riflesso, e ogni riferimento all’hitchcockiano Vertigo non è per niente causale. Quando il gioco gli riesce ne escono film mirabili, ipnotici, che dichiarano e mostrano la propria gratuità e il proprio artificio eppure assolutamente verosimili e perfino veri. Credo che il gioco però non gli sia riuscito in questo Femme fatale, che incomincia nientemeno che sul red carpet di Cannes, con la prima (vera) di un film (vero) con Sandrine Bonnaire, a dirci che più che mai stavolta l’oggetto della narrazione è lo stesso cinema (come suggerisce anche il titolo del resto, che rimanda a un archjetipo e a un genere). Una fotografa punta la sua macchina su una modella. Poi la seguirà, la sedurrà (il lesbismo è una delle ossessioni depalmiane), le ruberà un gioiello. Non è che l’inizio di una storia complicatissima e quasi irraccontabile con plot, subplot, raddoppiamenti e depistaggi. Laure, così si chiama la ladra, conoscerà una copia esatta di sè, il proprio doppio (altra ossessone deplamiana), Lily, di cui prenderà l’identità e il posto. La ritroveremo a Parigi moglie di un ambasciatore, intanto entrano in scena un fotografo (Antonio Banderas) e alcuni malavitosi. Chi è Laure? Una donna e molte donne, frantumata in più identità, ma di sicuro una femme fatale, una dark lady come la Barbara Stanwyck della wilderiana Fiamma del peccato che De Palma cita e ci mostra. Non male. Se il film non regge è per l’inadeguatezza della sua protagonista, Rebecca Romijn, lunga lunga e con un’aria da modella gelida e finta che non riesce a togliersi di dosso. Priva della minima carica sensuale e disturbante, una stampella per vestiti, la più lontana possibile da una credibile femme fatale. Tant’è che dopo non ha fatto questa gran carriera. Io la ricordo solo in Ugly Betty come trans devo dire fisicamente molto ben riuscito.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Film stasera sulle tv gratuite: FEMME FATALE di Brian De Palma. Con Antonio Banderas (lunedì 5 agosto 2013)

  1. Pingback: I film migliori di stasera in tv (merc. 1 aprile 2015 – tv in chiaro) | Nuovo Cinema Locatelli

  2. Pingback: I migliori film di stasera in tv (mart. 14 apr. 2015 – tv in chiaro) | Nuovo Cinema Locatelli

  3. Pingback: 9 film da non perdere stasera in tv (dom. 20 marzo 2016, tv in chiaro) | Nuovo Cinema Locatelli

  4. Pingback: 11 film da vedere stasera in tv (giov. 16 marzo 2017, tv in chiaro) | Nuovo Cinema Locatelli

  5. Pingback: 11 film da vedere stasera in tv (ven. 7 luglio 2017, tv in chiaro) | Nuovo Cinema Locatelli

  6. Pingback: 19 film da vedere stasera in tv! (lun. 9 luglio 2018, tv in chiaro) | Nuovo Cinema Locatelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.