FILM IMPERDIBILI stasera (martedì 24 settembre 2013) sulle TV GRATUITE

Arabesque, di Stanley Donen

Arabesque, di Stanley Donen

Cliccare sul link per leggere la recensione o il commento di questo blog

Arabesque, Iris, ore 23,31.
Giallo-rosa (allora, a metà anni ’60, si diceva così) diretto da Stanley Donen subito dopo il capolavoro Sciarada, di cui cerca di replicare il successo. Qui però ci sono Sofia Loren e Gregory Peck, non così formidabili commedianti come Audrey Hepburn e Cary Grant. Intrighi in una repubblica del petrolio. Sofia bellissima, in un look che poi ispirerà l’Angelina Jolie di The Tourist.
Mine vaganti, di Ferzan Ozpetek. Rai Movie, ore 21,15.
Il ferroviere, di Pietro Germi. Rai Movie, ore 23,20.
Film di buonissimi sentimenti di un Germi pre-Divorzio all’italiana che ebbe a suo tempo (1956) un travolgente successo di pubblico. Un ferroviere in crisi familiare e personale per via della sua propensione all’alcol e alla malinconia. Germi gran protagonista. Una bellissima e giovane Sylva Koscina. Più l’attore-feticcio di Germi Saro Urzì. Il bambino Edoardo Nevola commosse l’Italia,
Bambole russe, di Cédric Klapisch. La7d, ore 21,10.
Coco Chanel & Igor Stravinsky, di Jan Kounen. La Effe, ore 23,00.
Incredibilmente lo Jan Kounen dell’ultra pulp Dobermann con la coppia Bellucci-Cassel nel 2009 si converte al period drama raccontandoci la storia vera e di vero amore tra due colossi del Novecento, Coco Chanel e un Igor Stravinsky a Parigi in fuga dal bolscevismo. Lui è il grandissimo (lo adoro) Mads Mikkelsen, lei è Anna Mouglalis, una delle più belle donne del cinema di oggi. Vederla nel film di Garrel dato a Venezia per credere.
La giuria, di Gary Fleder. Top Crime, ore 21,00.
Tra i molti (troppi?) film tratti da Grisham, uno dei meglio riusciti. Una giovane vedova fa causa all’azienda produttrice dell’arma con cui suo marito è stato ucciso. Segue un courtroom movie serratissimo. Del 2003.
Louise-Michel, di Gustave de Kervern e Benoît Delépine. Rai 5, ore 21,14.
Moulin Rouge!, di Baz Luhrmann. Cielo, ore 22,40.
Quel bellissimo, stravagante musical di Baz Luhrmann che sappiamo, film tra i più eclettici e mixati e spurii (perché multigenere) che si siano mai visti. Eppure molto riuscito, e Nicole Kidman è al suo massimo storico.
Kick-Ass, di Matthew Vaughn. Mtv, ore 23,00.
Buried. Sepolto, di Rodrigo Cortés. Rai 4, ore 23,12.
Marlowe indaga, di Michael Winner. Italia 7 Gold, ore 23,15.
Il secondo, e tardivo, Marlowe interpretato da Robert Mitchum. Si tratta nientedimeno che del Grande sonno, ma spostato con decisione alquanto balorda nell’Inghilterra anni Settanta. Dirige il muscolare Michael Winner. Con Sarah Miles. Non gode di grande status, ma una visione senza pregiudizi se la merita.
Ad ogni costo, di Giuliano Montaldo. Rai Movie, ore 1,30.
Rivalutare Giuliano Montaldo. Film all’americana, di genere, come allora riuscivamo in Italia a produrre ai massimi livelli. Un colpo grosso di diamanti, con conseguenze e finale imprevedibili. Del 1967. Cast grandissimo: Edward G. Robinson, Klaus Kinski, Riccardo Cucciolla, Adolfo Celi, Janet Leigh, Robert Hoffman.
Due settimane in un’altra città, di Vincente Minnelli. Iris, ore 1,30.
Capolavoro minnelliano. Adorato dai cinefili. Un monumento alla Hollywood sul Tevere. Difatti l’altra città è Roma, dove un attore che ha vissuto momenti migliori va a girare il film che dovrebbe rilanciarlo. Incubi. Paure. Ossessioni. Del 1962. Forse (forse) l’Otto e mezzo di Minnelli. Con Kirk Douglas, Cyd Charisse, Rosanna Schiaffino. Meglio non perderselo.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.