Addio a CARLO LIZZANI: i 12 film con cui mi piace ricordarlo

Carlo Lizzani con Pier Paolo Pasolini

Carlo Lizzani con Pier Paolo Pasolini

In questa settimana infausta per il cinema italiano, dopo Giuliano Gemma scompare anche Carlo Lizzani. Nel pomeriggio di oggi, sabato 5 ottobre, è arrivata la notizia: a 91 anni il regista di tanti memorabili film se n’è andato con un suicidio, un salto nel vuoto che ricorda da vicino quello di Mario Monicelli. Ricordarlo è obbligatorio, per quanto ha fatto per il nostro cinema, per noi spettatori. Decine e decine di film da regista, e una direzione artistica della Mostra del cinema dal 1979 all’82 che fu decisiva per il rilancio della manifestazione. Autore anomalo, perché fu tra i pochi già negli anni Cinquanta e Sessanta a muoversi tra cinema alto e cinema di genere, quando le barriere tra i due erano possenti e quasi invalicabili. Lizzani no, coraggiosamente, e sul modello del cinema popolare americano, mescolò e contaminò, anticipando di decenni una pratica oggi largamente diffusa. Film di grande artigianalità, robusti, con narrazioni che avvolgevano e coinvolgevano lo spettatore, svariando dai temi di storia a quelli di cronaca e incrociandoli con il mélo, il thriller, il noir, la crime story. Ho adorato, adoro, molti suoi film. Da Il processo di Verona, il mio preferito, a Banditi a Milano e Mussolini ultimo atto. Lizzani è stato un maestro, non così riconosciuto come avrebbe meritato, un cineasta che ha esplorato, inventato e reinventato, e messo a punto prototipi importanti per il nostro cinema. La mia personale lista dei suoi film è questa:

1) Il processo di Verona (1963)
Ricostruzione del processo che portò alla condanna di Galeazzo Ciano e degli altri gerarchi responsabili della deposizione di Mussolini il 25 luglio. Magnifica Silvana Mangano come Edda Ciano: la migliore interpretazione della sua carriera. Fosco. Potente.

2) Banditi a Milano (1968)
Cavallero e la sua banda all’assalto delle banche nella Milano primi ’60. Uno dei film-matrice del poliziottesco all’italiana. Grandissimo Volontè.

3) La vita agra (1964)
Dal bestseller di Luciano Bianciardi, la Milano del primo boom vista attraverso un anarchico arrivato dalla provincia. Con Ugo Tognazzi e Giovanna Ralli.

4) Mussolini ultimo atto (1974)
L’inutile fuga di Mussolini, la fucilazione a Dongo. Con Rod Steiger e una indimenticabile Lisa Gastoni come Claretta.
http://www.youtube.com/watch?v=KjOrf-_S9kA

5) Svegliati e uccidi (1966)
Un pezzo di mala milanese. Vita, opere, fatti e misfatti del solista del mitra Luciano Lutring. Anche qui una grandissima Gastoni.

6) Requiescant (1967)
Western all’italiana dove appare anche Pier Paolo Pasolini in un cameo.
http://www.youtube.com/watch?v=HtmyPFZSAAY

7) L’oro di Roma (1961)
La corsa affannosa degli ebrei romani a raccogliere l’oro richiesto dai nazisti occupanti. Un inganno, una trappola. Perché poi il ghetto verrà rastrellato e i suoi abitanti avviati ai lager. Con Annamaria Ferrero.

8) Roma bene (1971)
Ritratto del marciume capitolino di quegli anni. Ci penserà il mare a fare giustizia.
http://www.youtube.com/watch?v=FmFQzKr5M8Y

9) Kleinhoff Hotel (1977)
Melodramma con molto erotismo ai tempi del terrorismo in Germania. Un culto assoluto.
http://www.youtube.com/watch?v=OTvi7uqE-8g

10) Achtung, banditi! (1951)
Un film resistenziale arrivato sul finire della stagione neorealista.

11) Hotel Meina (2007)
Un gruppo di ebrei milanesi sfollati sul lago Maggiore giustiziati dai nazisti. Un episodio vergognoso, rabbrividente, e l’ultimo, vero film di Carlo Lizzani, all’altezza dei suoi migliori.

12) La casa del tappeto giallo (1983)
Bellissimo psycho-thriller con molti incubi, molta psicanalisi.
01608903

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Addio a CARLO LIZZANI: i 12 film con cui mi piace ricordarlo

  1. Nereo Rapetti scrive:

    un peccato non aver citato anche LO SVITATO che fu ed è un originale esperimento fuori norma di commedia surreale ….

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.