Film stasera sulle tv gratuite: UNA SCONFINATA GIOVINEZZA (venerdì 11 ottobre 2013)

Una sconfinata giovinezza, Rai 3, ore 21,08.
Una-sconfinata-giovinezza-Fabrizio-Bentivoglio-Francesca-Neri-Foto-dal-film-17_midParabola strana, quella di Pupi Avarti, partito negli anni Settanta con film sulfurei e anomali rispetto alla tranquilla medietà del nostro cinema (Balsamus, Bordella, soprattutto quel capolavoro che è La casa dalle finestre che ridono) e approdato invece negli ultimi dieci-quindici anni a una produzione assai tranquillizzante per un pubblico misoneista, alieno da ogni innovazione e sperimentazione. Qualcuno l’ha chiamato perfidamente regista di regime, il che è francamente troppo e ingeneroso, però bisogna dire che Avati si è lui stesso autoconfigurato col passare del tempo come autore istituzionale. In Una sconfinata giovinezza, anno 2010, parla di demenza senile, di Alzheimer (in questo caso anche piuttosto precoce), trattando dunque un tema dei più sentiti e anche dei più mediaticamente raccontati. Una coppia senza figli, lui è Fabrizio Bentivoglio, lei Francesca Neri, si ritrova a una svolta allorché lui comincia a soffrire di strane amnesie. Seguirà la discesa nella malattia, e una ridefinizione dei ruoli tra i due, con lei, che mamma non ha mai voluto essere, sempre più accudente e materna. Con due attori-feticcio del passato di Avati, Lino Capolicchio e Gianni Cavina. Più l’irriconoscibile Serena Grandi.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.