Film stasera sulla tv in chiaro: IN VIAGGIO CON PAPÀ (sabato 21 dicembre 2013)

In viaggio con papà, Iris, ore 21,11.
8060b_In-viaggio-con-papa-rich-visoreAlberto Sordi dirige se stesso e chiama a fargli da figlio (nel film) Carlo Verdone. Siamo nell’82 e sembra un’investitura, un passaggio di consegne al giovane (allora) comico romano, ma non è così. In viaggio con papà è anche, in trasparente metafora, un confronto e una battaglia generazionale, un regolamento di conti in cui Sordi fa capire di non voler essere rottamato dai nuovi comici in avanzata. Tant’è che al solito e più del solito fa il vuoto intorno a sé e a Verdone tocca fargli da spalla. Film apparentemente bonario ma cattivo, di quella cattiveria di cui era capace Sordi. Che è per l’ennesima volta il solito italiano cialtrone, cinico e dall’etica franante – un mascherone messo a punto dalla commedia all’italiana anni Cinquanta che qui comincia a mostrare la corda – costretto a un viaggio in macchina attraverso mezza Italia con il figlio timido, perbene e socialmente impegnato. Due mondi, anche due Italie, a confronto e in rotta di collisione. Il modello mica tanto nascosto è quello di Il sorpasso di Dino Risi, ma non è la stessa cosa. Chi ha visto I soliti idioti, gran successo demenziale del cinema italiano dele ultime stagioni cinematografiche, si renderà conto di come la coppia genitore scafato e ignobile-figlio imbranato dell’episodio principale è fortemente, molto fortemente ispirata a questo In viaggio con papà.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.