Berlinale. Il vero grande film di stamattina è il tedesco KREUZWEG, più che Nymphomaniac

20147599_3Folla di giornalisti alla proiezione stampa a mezzogiorno di Nymphomaniac in prima mondial uncut, con coda consistente già un’ora e mezza prima, e per fortuna che il Palast è capiente assai. Ovvio, quello è l’evento di questa Berlinale. Il film di Von Trier non ha scandalizzato nessuno, è piaciuto  (molti applausi alla fine), quanto a me, son rimasto convinto sì e no. Ma ne riparlerò. Dico solo che il vero grande film della mattinata, una sorpresa, è stato il tedesco Kreuzweg – la traduzione più corretta è Via Crucis -, in mia opinione il migliore finora della Competizione (sì, certo, c’è Anderson, che fa caso a sé per molti versi) e a oggi il più serio candidato a un premio. Una ragazzina in una famiglia catolico-tradizionalista decide di offrire la propria vita a Dio in cambio della guarigione del fratellino. Scandito con le stazioni della salita al calvario. Riferimenti: Ulrich Seidl, ma soprattutto Dreyer e il Bergman di La fontana della vergine. Tra l’altro, dei film del concorso, e anche di altri, non ho avuto finora il tempo di scrivere, avendo dato la precedenza ai più mediatizzati (e brutti purtroppo) Yves Saint Laurent e Monuments Men. Comunque il concorso finora si sta mostrando di buon livello.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, festival, film e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Berlinale. Il vero grande film di stamattina è il tedesco KREUZWEG, più che Nymphomaniac

  1. Pingback: Berlinale 2014. LA MIA CLASSIFICA dei film del concorso (a lun. 10 feb. sera) | Nuovo Cinema Locatelli

  2. Pingback: Berlinale 2014. LA MIA CLASSIFICA dei film del concorso (alla sera di mart. 11 feb.) | Nuovo Cinema Locatelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.