OSCAR: Gravity ne prende sette, ma è ’12 anni schiavo’ il miglior film. E Sorrentino vince

Si è chiusa pochi minuti fa, alle 6,15 della nostra mattina, la cerimonia degli Oscar edizione numero 86. Tutta la cronaca minuto per minuto e tutti i vincitori al mio precedente post. Qui una sintesi veloce:

1) Va a La grande bellezza di Paolo Sorrentino l’Oscar come migliore film straniero.

2) Gravity vince ben 7 Oscar: sei tecnici e uno per la migliore regia.

3) Il migliore film è però 12 anni schiavo, che vince anche l’Oscar per la sceneggiatura non originale e quello per l’attrice non protagonista. Il vero trionfatore della serata.

4) Sorprese poche, tutto o quasi è andato secondo le previsioni, anche troppo. Matthew McConaughey è il migliore attore, Cate Blanchett la migliore attrice. Non così previsto invece il meritatissimo Oscar a Spike Jonze e al suo Her per la migliore sceneggiatura originale.

5) Il grande sconfitto è American Hustle, molte nomination, zero statuette. Niente nemmeno a The Wolf of Wall Street, e Leo rimasto al solito al palo tra le lacrime delle sue fan deluse.

6) Se sorpresa c’è, per quanto assai relativa, sono i 3 Oscar a Dallas Buyers Club. Quelli ai due attori e quello per il miglior make-up e hairstyling.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, Oscar e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a OSCAR: Gravity ne prende sette, ma è ’12 anni schiavo’ il miglior film. E Sorrentino vince

  1. Anonimo scrive:

    Ottimo, sono contento per Gravity il mio preferito. E per la Blanchett bravissima.

Rispondi