Film stasera sulla tv in chiaro: VIVA GLI ANTIPODI! (mart. 22 apr. 2014)

Viva gli antipodi!, Rai 5, ore 21,20.
vivanlasantipodas-photo3-1 Documentario presentato con un certo clamore a Venezia 2011 e rivelatosi allora piuttosto deludente rispetto alle (alte) aspettative suscitate. Messo in palinsesto oggi da Rai 5 in occasione dell’Earth Day, e ci sta anche, la collocazione non è poi così incongrua, anzi. Difatti il regista russo Victor Kassakovsky ricorre ai modi consacrati e un filo retorici e manieristi del film naturalistico – mari e monti e pianure e ghiacci e flora e fauna e umani più o meno civilizzati – per strutturare un racconto di una certa complessità e ambizione di esistenze sparse sul pianeta terra. L’idea, niente male, è di mostrare quattro punti dell’emisfero settentrionale, sfondi e contenitori di altrettante tranches de vie, e cortocircuitarli in montaggio alternato con i luoghi ai loro esatti antipodi (e le vite che vi si svolgono). Le quattro coppie di opposizione sono Argentina e Cina, Cile e Russia, Hawaii e Botswana, Nuova Zelanda e Spagna. Passiamo dai panorami austeri della Patagonia a quelli del lago Baikal, dalle piane vulcaniche della Hawaii alla frenesia formicolante di Shanghai, e così via. Uomini e donne lontani e connessi da quel filo invisibile steso tra ciò che sta agli antipodi. Ma se l’intenzione era quella di mostrarci sottili analogie e una unità sottesa a ciò che è apparentemente opposto, Victor Kassakovsky fallisce il suo progetto. Le immagini sono spesso una meraviglia, ma è il racconto a non funzionare. Ogni storia, ogni destino resta incapsulato in sé e non basta l’artificio geografico a tracciare una continuità.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, documentario, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.