Un film-capolavoro stasera sulla tv in chiaro: LANCILLOTTO E GINEVRA di Robert Bresson (lun. 28 apr. 2014)

Lancillotto e Ginevra di Robert Bresson (canale 28dt, 18 TvSat, 140 Sky), Tv 2000, ore 21,20.
lancelot702ae lance bresson PDVD_013Lancelot+du+Lac+5Terz’ultimo film – siamo nel 1974 – di Robert Bresson, ed è un capolavoro, come quasi sempre quando ci troviamo di fronte alle opere del gran rigorista e purista francese. Io adoro Bresson, lo considero tra i massimi della storia del cinema, e lo proietterei obbligatoriamente tutti i giorni in ogni scuola di cinema acciocché le nuove generazioni conoscano e apprendano. Il racconto dei cavalieri della tavola rotonda lui lo depura da ogni elemento fantastico e mitologico e lo essenzializza qui nella figura di Lancillotto appena tornato dalla mancata conquista del Graal, alle prese con la propria dissoluzione interiore e quella, intorno, del regno di Artù. Si convince, il cavaliere nobile ma non più sicuro di sé e della propria innocenza, che la causa sia il suo amore illegittimo per Ginevra, la moglie del re. Finirà in una morte che è un sacrificio. Tutti i temi cari al cattolico assai poco romano Bresson ritornano. La colpa, il peccato, la redenzione, la grazia possibile o impossibile. Così l’epica si fa parabola morale, perfino religiosa. Meraviglioso, come sempre, il lavoro del regista sui corpi, le facce, i gesti, resi scabri e come sublimati, de-materializzati, angelicati. Non lo si può perdere, ma davvero.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.