Un film-capolavoro stasera sulla tv in chiaro: LE MANI SULLA CITTÀ di Francesco Rosi (lun. 28 apr. 2014)

Le mani sulla città, Rai Storia, ore 21,13.
rod-stieger-en-le-mani-sulla-cittc3a0In questa strepitosa serata di film in tv, insieme a Bresson e altra roba di alta caratura c’è pure questo ormai classico Le mani sulle città di Francesco Rosi, anno 1963, Leone d’oro (allora controverso, e contestatissimo dalla critica paludata e istituzionale) alla Mostra di Venezia. Rosi, il massimo regista del nostro cinema civile, colui che ha preso con più coerenza l’eredità del neorealismo per piegarlo alla narrazione dei mali d’Italia, fotografa il grande sacco edilizio che in quegli anni cambiò letteralmente la faccia al paese. Si edifica, si cementifica, si abbatte il vecchio per far posto al nuovo. Affari colossali dove entrano le grandi formazioni criminali. Si corrompono i pubblici poteri, si intascano soldi legittimi e soprattutto illegittimi. Il protagonista di Le mani sulla città, Edoardo Nottola, incarna in forma paradigmatica il malaffare edilizio di allora, e il racconto che Rosi costruisce partendo da lui e intorno a lui resta indimenticabile, anche un quadro storicamente esatto di una stagione italiana di trasformazione tumultuosa, e pure di mali e vizi eterni del carattere nazionale. Con Rod Steiger, venuto dall’America ma perfetto quale nostro speculatore.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.