Cannes 2014. I FAVORITI a poche ore dal palmarès

Leviathan

Leviathan

Alle 18,55 scatta l’operazione Palma qui a Cannes. A quell’ora si apre la cerimonia di premiazione presentata da Lambert Wilson. Seguirà proiezione della versione restaurata di Per un pugno di dollari di Sergio Leone, introdotta da Quentin Tarantino. Ma è alla presidentessa della giuria Jane Campion che presteremo la massima attenzione. Ecco, secondo il buzz dilagante e le impressioni di colleghi, chi è meglio posizionato per la vittoria. Premessa indispensabile: i verdetti delle giurie spesso sono il risultato di estenuanti mediazioni e di veti incrociati. Non è detto che vinca il migliore, più probabile che a prevalere sia chi più facilmente mette tutti d’accordo, quei film su cui è possibile una larga convergenza. Penalizzati invece i film belli ma divisive. Le liste che seguono non coincidono perfettamente con i miei film preferiti (a questo link la mia personale classifica), ma riflettono la scala delle probabilità.

FAVORITI ALLA PALMA D’ORO
1) Winter Sleep di Nuri Bilge Ceylan
2) Leviathan di Andrey Zvyagintsev
3) Deux jour, une nuit dei fratelli Dardenne

POSSIBILI PALME
1) Mommy di Xavier Dolan
2) Foxcatcher di Bennett Miller
3) Mr. Turner di Mike Leigh

POSSIBILE SORPRESA
Timbuktu di Abderrahman Sissako

MIGLIORE ATTRICE
1) Marion Cotillard pe Deux hours, une nuit
2) Hilary Swank per The Homesman
3) Anne Dorval per Mommy
4) Juliette Binoche per Sils Maria

MIGLIORE ATTORE
1) Steve Carell per Foxcatcher (ma potrebbero essere premiati insieme tutti e tre gli attori del film, quindi anche Channing Tatum e Mark Ruffalo)
2) Antoine Olivier Pilon per Mommy

SARÀ PREMIATA UNA DONNA?
All’imperativo delle quote rosa, per quanto non dichiarato, non si possono sottrarre nemmno i festival. Con una donna presidente di giuria, Jane Campion, e altre signore ad affiancarla, è probabile che qualcosa vada a una regista. E siccome in concorso ce ne sono solo due, Alice Rohrwacher e Naomi Kawase, lì si andrà a parare. Kawase ha portato uno dei film peggiori, la nostra Rohrwacher un film interessante ma imperfetto, francamente al concorso si son viste molte cose migliori delle loro, ma il politicamente corretto è dalla loro parte. Se premio rosa ha da essere, che sia per la Rohrwacher, se andasse alla Kawase sarebbe uno scandalo.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, Dai festival, festival, film e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.