David di Donatello: La grande bellezza batte Il capitale umano 9 a 7. Però miglior film è quello di Virzì

Schermata 2014-06-10 alle 21.53.11È finita da qualche minuto la lunga cerimonia di consegna dei David di Donatello, presentata da Paolo Ruffini e Anna Foglietta (incinta). Clima as usual con vago sapore da festa de noantri, ma diciamo che va bene così. I due big contender erano La grande bellezza e Il capitale umano. Se ho fatto bene i conti, il film di Sorrentino se n’è portati via 9, quello di Virzì 7. Vittoria non così larga. Se poi si vanno a pesare i premi, vediamo che il più importante, il David per il miglior film, è andato a Il capitale umano, Paolo Sorrentino invece migliore regista. Tutti i premi a questa pagina del sito dei David (i vincitori sono colorati in oro). Migliore opera prima La mafia uccide solo d’estate, caruccio e niente di più, il film più sopravvalutato dell’anno, ed è un’ingiustizia in una stagione in cui si son visti Salvo, Zoran il mio nipote scemo, Smetto quando voglio e l’interessante e dimenticato Il sud è niente. Imprevista ma sacrosanta l’affermazione nella categoria documentari di Stop the pounding heart di Roberto Minervini (ma fino a dove lo si può considerare italiano?) sul Leone d’oro Sacro GRA di Gianfranco Rosi. Valeria Bruni Tedeschi è la migliore attrice per l’interpretazione del film di Virzì, bissando la sua vittoria recente al Tribeca Festival di New York. Migliore attore è Toni Servillo, e non ho la forza di dire per quale film. Un paio di David minori, quelli musicali, a Song’e Napule dei Manetti Bros., una piccola, discreta sorpresa di questa annata cinematografica.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, premi e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.