Il film da non perdere stasera in tv: SE MI LASCIO TI CANCELLO (sab. 14 giu. 2014)

Se mi lasci ti cancello, la7d, ore 21,10.
41861_gal20828_galMa chi è il vero autore di questo film? Il regista Michel Gondry o lo sceneggiatore Charlie Kaufman? Propendo per il secondo, di cui ho immensa stima e che reputo abiti dalle parti della genialità (attenzione: esce il 19 giugno, con sei anni di ritardo rispetto alla prima mondiale a Cannes, il suo Synecdoche, New York, completamente suo: sceneggiatura e regia. Un’opera smisurata che, in my opinion, è tra le cose pià importanti del cinema degli anni Duemila. Obbligatorio. Con un Philip Seymour Hoffman al suo massimo). In ogni caso, questo resta il più grande successo del sognatore Michel Gondry, regista che, confesso, stento ad amare, con quel suo universo childish e poeticistico.
Se mi lasci ti cancello: titolo che banalizza e la butta sulla facile rom-com il più complesso e stratificato Eternal Sunshine of the Spotless Mind. Plot lambiccato e macchinoso, di quelli che a raccontarli viene il mal di testa. Lei non lo ama più, quindi decide di andare in una clinica specializzata in cancellazione di ricordi e farsi piallare via dalle mente tutto quello che riguarda l’ex. Lo stesso decide di fare lui. Naturalmente si ritrovano, si corteggiano di nuovo, si reinnamorano. Con Jim Carrey e Kate Winslet. Adorato dai trenta-quarantenni. Un film generazionale.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.