Il film da non perdere stasera in tv: TRENO POPOLARE di Raffaello Matarazzo (ven. 11 luglio 2014)

Treno popolare, Rete Capri, ore 21,00.
Avvertenza: il sito di Rete Capri indica per le 21,00 Treno polare. Non esistendo nessun film con quel titolo nella storia del cinema, suppongo si tratti di Treno popolare, fondamentale film di Raffaello Matarazzo. Se la mia supposizione si rivelasse sbagliata, me ne scuso. Vorrà dire che questa scheda tornerà utile quando Rete Capri o altra emittente manderanno davvero in onda Treno popolare.
6a00d8341ca4f953ef0163030831af970d-500witreno2Esordio – correva l’anno 1933 – di Raffaelo Matarazzo, destinato a diventare nel dopoguerra il re incontrastato del cinemelodramma all’italiana. Qui però siamo nel campo più della commedia romantica, declinata – almeno in apparenza – secondo i modi e il garbo di quel che è chiamato cinema dei telefoni bianchi. Dal quale si discosta però per l’ambientazione più proletaria che borghese-piccoloborghese. Nasce, questo Matarazzo-movie, come film di propaganda dei treni popolari varati dal fascismo, treni a prezzi calmierati nei giorni di festa per consentire alle masse una gita o una piccola vacanza. Ma poi il regista va per conto suo, usando lo spunto propagandistico come pretesto per intrecciare una commedia di sentimenti e innamoramenti piuttosto esplicita per i tempi, in ambienti open air assai lontani dagli interni soffocanti degli studi in cui preferibilmente si girava, e che già anticipano qualcosa (come peraltro anche nel Camerini di Uomini, che mascalzoni) il neorealismo. Tant’è che Treno popolare, abbastanza trascurato al suo apparire, sarebbe diventato un culto dei cinefili più radicali e dandistici degli anni Settanta, quelli che osarono mettere in discussione il canone stabilito fino ad allora dalla critica più istituzionale da cui era ovviamente escluso il cinema del ventennio.
Siamo sul treno Roma-Orvieto, con un gruppo di romani in gita, destinazione la città del duomo-meraviglia. Lina è in compagnia di un collega, Giovanni, che le fa la corte da tempo, ma quando conoscerà Carlo, più sfacciato, più carnale, si metteranno in moto le dinamiche della passione e sarà difficile fermarle. Tutto in una giornata tra Orvieto e dintorni. Con Lina Gennari e Marcello Spada. C’è anche quella che di lì a poco sarebbe diventata una diva, Maria Denis. Musiche dell’allora ventiduenne Nino Rota, un genio.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Il film da non perdere stasera in tv: TRENO POPOLARE di Raffaello Matarazzo (ven. 11 luglio 2014)

  1. Pingback: I film più interessanti di stasera (ven. 11 luglio 2014) sulla tv in chiaro | Nuovo Cinema Locatelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.