LocarnoFestival2014. Recensione: CURE – THE LIFE OF ANOTHER. Un disastroso psycho-thriller, il peggior film (finora) del concorso

OC754709_P3001_182277Cure, The Life of Another, un film di Andrea Štaka. Con Sylvie Marinković, Lucia Radulović, Marija Škaričić, Mirjana Karanović, Leon Lučev, Franjo Dijak. Concorso internazionale.
OC759697_P3001_184006A Dubrovnik, a poco più di un anno dalla fine della guerra serbo-croata: durante una lite Linda spinge senza volerlo giù dalla scogliera l’amica Eta. Da qul momento la sua personalità si sdoppia, incorporando l’identità della scomparsa. Saremmo dalle parti di Hitchcock, di Lynch, di De Palma, se solo la regista avesse una qualche idea di cinema. Voto 2
OC759622_P3001_183967Mai visto un fim della signora Andrea Štaka, regista che mi dicono qui assai rinomatao, già vincitrice oltretutto di un Pardo d’oro a Locarno nel 2006 cn Fräulein. Questo è il suo primo che incontro nella mia vita di spettatore, e devo dire che non è stato un felice incontro. Tanto per essere subito chiari: il peggior film finora del concorso internazionale, dove peraltro la media è piuttosto buona e di ciofeche vere non se n’erano ancora viste fino a ieri. Fino per l’appunto a questo Cure, The Life of Another. Uno di quei thriller psicologici (ma si potrà inscrivere in un genere un film così dichiaratamente autoriale?) che perorrono da sempre il cinema, sdoppiamenti di personalità, doppelgänger più o meno fantasmatici, identificazioni di donne con altre donne, appropriazioni indebite delle vite degli altri, schizofrenie e quant’altro. Da Siodmak a Hitchcock (l’archetipico La donna che visse due volte) a Brian De Palma a David Lynch. Andrea Štaka tutti li cita e attraversa, senza peraltro realizzare niente di neppure remotamente comparabile a quei meravigliosi modelli. Tutto è confuso, sciatto in questo Cure, tutto è inutilmente oscuro, senza che mai l’oscurità si riscatti lynchianamente in visione. Con dialoghi tra i peggio scritti che io ricordi. La scena iniziale per esempio, che poi diventerà anche la scena primaria dell’intera narrazione: siamo su un sentiero a picco sul mare, due ragazzine amiche gareggiano in chi la spara più grossa in fatto di parolacce, che neanche due rapper incazzosi. Con qualche ambiguità criptoloesbica (niente di chiaro, niente di esplicito) che aggiunge ulteriore pruriginosità ninfettistico-lolitesca. Scoppia una lite, innescata dalla più aggressiva delle due, Eta, e tra uno spintone e l’altro ecco che la torva Eta finisce giù dalla scogliera. Morta, Incomincia per Linda, l’amica quasi-assassina, involontaria e incolpevole assassina, l’incubo. Nessuno sembra prenderla sul serio, neanche quando confessa come sono andate davvero le cose. Oltretutto siamo nella Dubrovnik anni Novanta appena uscita dalla guerra serbo-croata, i molti morti e le molte devastazioni sono ancora ben presenti nella mente collettiva, insomma un clima perfetto per incubare fantasmi e ossessioni. A poco a poco la sopravvissuta comincia a identificarsi con la scomparsa, forse è il senso di colpa a produrre lo slittamento, forse no. La regista fa di tutto per non farci capire quanto sia proiezione della mente di Linda e quanto reale (la nonna di Eta, per esempio). In mano a un autore vero e consapevole ne sarebbe potuto uscire qualcosa di buono. Ma qui siamo in un cinema che non ce la fa a nascondere i propri limiti, anche produttivi, anche di risorse. E però il problema vero non è quello dei mezzi ma, come sempre, di idee, di stile, di averci o non averci una visione di cinema. Di saper scrivere o no sceneggiature e dialoghi decenti.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, Dai festival, festival, film, recensioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a LocarnoFestival2014. Recensione: CURE – THE LIFE OF ANOTHER. Un disastroso psycho-thriller, il peggior film (finora) del concorso

  1. Pingback: LocarnoFestival2014: la mia classifica dei film del concorso (a lunedì 11 agosto) | Nuovo Cinema Locatelli

  2. Pingback: LocarnoFestival2014. LA MIA CLASSIFICA dei film del concorso (a mart. 12 agosto) | Nuovo Cinema Locatelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.