Un film da riscoprire stasera sulla tv in chiaro: L’ORO DI ROMA di Carlo Lizzani (lun. 22 sett. 2014)

L’oro di Roma di Carlo Lizzani, Rai Storia, ore 21,30.
554704_369555_resize_597_334Ce lo diciamo una volta per tutte che Carlo Lizzani è stato un grande vero? Uno che come pochi che nel nostro cinema ha saputo, all’americana, cavalcare e attraversare i generi coniugandoli all’italianissimo cinema civile e d’impegno. Come dimostra questo L’oro di Roma dell’anno 1961, ovverossia di una stagione – i primi anni Sessanta – nella quale Cincecittà riscopriva e ricostruiva episodi storici del fascismo morente, della repubblica di Salò, della resistenza e, come in questo caso, della persecuzione antiebraica (tra i tanti titoli, Tutti a casa, Il generale Della Rovere, Tiro al piccione). Qui si ripercorre la corsa affannosa degli ebrei romani per raccogliere l’oro richiesto dai nazisti occupanti. Un inganno, una trappola. Perché poi il ghetto verrà rastrellato e i suoi abitanti avviati ai lager in un infausto giorno d’ottobre del 1943. Un pezzo di storia visto da Lizzani e dai suoi sceneggiatori attraverso la storia personale di un a ragazza isarelita di nome Giulia (la meravigliosa Anna Maria Ferrero) che, innamorata di un coetaneo cattolico, lo sposerà e abbandonerà la sua religione. Con un finale da cuore in gola che non potrà non commuovervi. Con Jean Sorel e Gérard Blain.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.