Un film raro stasera sulla tv in chiaro: ALINA LA CONTRABBANDIERA (dom. 28 sett. 2014)

Alina la contrabbandiera, Tv 2000 (canale 28 dt, 18 TvSat, 140 Sky), ore 22,40.
00051206-1Un film alla Matarazzo ma senza Matarazzo, un film alla De Santis ma senza De Santis. A dirigere infatti questo melodramma foschissimo di amore, sangue e rabbie del 1950 è Giorgio Pastina (accento sulla prima a), il cui titolo più famoso resta probabilmente Il cardinale Lambertini, trionfo di bononia emiliana con un gran Gino Cervi, di qualche anno successivo ad Alina. Che è poi Gina Lollobrigida, sempre temperamentosa, nei panni di una donna infelicemente sposata a un uomo più anziano e malato, e costretta pe’ campa’ a fare la contrabbandiera battendo i sentieri montagnosi tra Italia e Francia (quando ancora c’era un frontiera vera, mica per finta come adesso, in questi nostri tempi di Ue e Schengen. La valicavano anche tra mille pericoli anche in Il cammino della speranza di Germi). Nel suo andirivieni conoscerà il reduce Giovanni (Amedeo Nazzari! culto!), lavorante in un locale  di un certo Lucien, della cui moglie Marie il Giovanni è l’amante. Solo che tra lui e Alina si scatena l’attrazione, la passione. Con parecchie conseguenze. Perché sia lui che lei sono al centro di troppe trame di desideri e di rivalità. Scorrerà il sangue, ci saranno vittime. Motivo cultistico: nel cast c’è Doris Dowling, sorella della Costance amata da Cesare Pavese.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.