Un grande film stasera sulla tv in chiaro: L’UOMO SENZA PASSATO di Aki Kaurismaki (merc. 5 nov. 2014)

L’uomo senza passato di Aki Kaurismaki, Rai Movie, ore 0,35.
Un piccolo evento, questo passaggio televisivo. Non capita spesso che la tv, in particolare la free, trasmetta un film di Aki Kaurismaki, l’anarchico finlandese cantore di ogni marginalità, di ogni starsene fuori dal sistema e dai sistemi, meglio se questo chiamarsi fuoti è innaffiato di un po’ d’alcol. Sarebbe, Aki Kaurismaki, uno dei tanti poveristi-miserabilisti di cui sono pieni il cinema e la letteratura degli ultimi decenni e che ci affliggono, se non non fosse per lo stile e per l’impronta riconoscibile che sa mettere su qualunque cosa giri. L’apparente caos, la sregolatezza dei suoi personaggi e delle loro vite vengono poi imbrigliate e date in scena con un senso della forma altissimo, che è precisamente ciò che lo rende un autore. Un fuori-rango del cinema, Kaurismaki, ma di successo consolidato e planetario, il che è un bel paradosso. Questo, del 2002, è non solo uno dei suoi film più riusciti, ma dei più esemplari del suo mondo, della sua sensibilità e del suo fare cinema, insieme a La fiammiferaia e a Miracolo a Le Havre, dunque imperdibile davvero. Un uomo viene aggredito da tre disgraziati, si ritrova all’ospedale con tanto di encefalogramma piatto. Miracolosamente si ridesta dal coma, si alza, si veste, se ne va via, ma ha perso la memoria, non sa più chi è. Comincia così una nuova vita, tra les misérables della città, emarginati come lui e suoi solidali nell’arte del sopravvivere. Poi all’esercito della salvezza conosce Irma, e se ne innamora (è Kati Outinen, l’attrice-feticcio di Kaurismaki). Ma il passato ritorna, e bisogna che lo smemorato ci faccia i conti. Ottimo per chi già ama Kaurismaki e per chi ancora lo deve conoscere.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.