Film stasera in tv: IL PARTIGIANO JOHNNY (mart. 21 apr. 2015 – tv in chiaro)

Il partigiano Johnny, Iris, ore 21,00.
PartigianoJohnny-2000Il film che il piemontese Guido Chiesa ha tratto dal libro, un classico della letteratura resistenziale, di Beppe Fenoglio. Il testo di riferimento è quello della prima, classica edizione Einaudi del 1968, non quella filologica mandata alle stampe negli anni Ottanta da Maria Corti in cui si mettevano a confronte le due diverse stesure del romanzo. Johnny, un ragazzo di Alba, Langhe profonde, è chiamato così per il suo amore per la letteratura di lingua inglese. Dopo l’8 settembre, attraverserà i ranghi della resistenza dalle sue parti incontrando uomini diversi di schieramenti diversi. Ne esce un ritratto per niente agiografico e assai chiaroscurato della lotta a fscisti e tedeschi. Inzialmente Johnny non si unisce ai combattenti comunisti perché a lui, imbevuto di cultura anglofila, risulta estranea ogni forma di dogmatismo. Ma finirà, per uscire dall’inazione in cui è stato confinato dalla famiglia, con l’unirsi a un gruppo disorganizzato con a capo proprio un cominusta. Ci saranno problemi, e rappresaglie tedesche. Finché Johnny non entrerà nei ranghi dei partigiani badogliani-patriottici. Finale aperto. Quando esce il film, tra anni Novanta e Duemila, non c’è più un pubblico che sappia non dico apprzzare ma nemmeno capire una narrazione come quella del Partigiano Johnny e il suo sfondo storico. Ed è, prevedibilmente, un insuccesso al box office. Anche perché si veniva dal decennio più difficile nella storia del cinema italiano, quando un film di produzione nazionale non solo non attirava spettatori ma li allontanava (“no, un film italiano no”, era il grido che puntualmente si levava quando si doveva decidere cosa andare a vedere). Chissà come andrà questo passaggio televisivo, anche perché temo che l’ignoranza da parte del pubblico di quei fatti sia ulteriormenteaccresciuta, e ormai la resistenza la ci confonde con le guerre napoleoniche o giù di lì. Con un cast di attori giovani e allora rampanti. Stefano Dionisi è il portagonista, con lui Fabrizio Gifuni, Claudio Amendola, Chiara Muti, Giuseppe Cederna.

 

 

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.