Mostra di Venezia. I VINCITORI, e il Leone è clamoroso

Verdetto in gran parte condivisibile, quello appena emesso dalla (assai competente) giuria presieduta da Alfonso Cuaron. Premiati tutti i miei film preferiti, ad eccezione però, e purtroppo, del da me massimamente preferito Rabin, the Last Day, misteriosamente escluso dal palmarès. Ho delle riserve anche sui due premi al francese L’Hermine, troppi: sacrosanto quello a Fabrice Luchini, eccessivo quello alla sceneggiatura (era meglio tenere lo slot libero per altri). Però è clamoroso, positivamente clamoroso, il Leone d’oro a un film bellissimo, rigoroso e disturbante, non conciliante, che qui agli italiani non è piaciuto, ma che è qualcosa di vicino all’opera somma, intendo Desde Allá del venezuelano Lorenzo Vigas.

Cliccare per leggere la mia recensione.
Dei film di Orizzonti non ho ancora scritto, spero di farlo al più presto (non ho visto però il francese Tempête per cui è stato premiato l’attore Dominique Leborne). Un commento più articolato al palmarès del concorso lo trovate in un successivo post.

Desde Allá, il Leone d'oro

Desde Allá, il Leone d’oro

CONCORSO VENEZIA 72

LEONE D’ORO
Desde allá di Lorenzo Vigas

LEONE D’ARGENTO PER LA MIGLIORE REGIA
Pablo Trapero per El Clan

GRAN PREMIO DELLA GIURIA
Anomalisa di Charlie Kaufman e Duke Johnson

PREMIO ALLA SCENEGGIATURA
Christian Vincent per L’Hermine 

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA
Abluka (Frenzy) di Emin Alper

COPPA VOLPI PER LA MIGLIORE INTERPRETAZIONE FEMMINILE
Valeria Golino per Per amor vostro

COPPA VOLPI PER LA MIGLIORE INTERPRETAZIONE MASCHILE
Fabrice Luchini per L’Hermine

PREMIO MASTROIANNI ALL’ATTORE O ATTRICE EMERGENTE
Abraham Atta per Beasts of No Nation


LEONE DEL FUTURO – PREMIO DE LAURENTIIS MIGLIORE OPERA PRIMA

Childhood of a leader
di Brady Corbet (presentato nella sezione Orizzonti)


SEZIONE ORIZZONTI

PREMIO MIGLIORE FILM
Free in Deed di Jake Mahaffy

PREMIO PER LA REGIA
Brady Corbet per Childhood of a leader

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA
Boi Neon (Beon Bull) di Gabriel Mascaro

PREMIO PER LA MIGLIORE INTERPRETAZIONE
Dominique Leborne per Tempête

PREMIO MIGLIORE CORTOMETRAGGIO
Belladonna
di Dubravka Turic

Un commento al Palmarès di Orizzonti a questo link

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, Dai festival, festival, film, premi e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Mostra di Venezia. I VINCITORI, e il Leone è clamoroso

  1. Pingback: Venezia 72, PALMARES (quasi) perfetto. Viva la giuria, sacrosanto Leone a Desde Allá | Nuovo Cinema Locatelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.