Il film imperdibile stasera in tv: INDOVINA CHI VIENE A CENA? (ven. 20 genn. 2017, tv in chiaro)

Indovina chi viene a cena?, la7, ore 21,10. Venerdì 20 gennaio 2017.
guess-whos-coming-to-dinnerUn monumento del cinema liberal americano, girato nel 1967 dal semi-indipendente e molto, molto impegnato in ‘tematiche sociali’ Stanley Kramer. Il quale in questo film, in collaborazione con lo sceneggiatore William Rose, intercetta e mette in cinema la grande onda delle lotte afroamericane dei diritti civili, le marce in Alabama, la guida sapiente di Martin Luther King. E, genialmente, porta la issue dell’integrazione all’interno della vita bianco-americana, nel chiuso di una famiglia borghese-wasp di amplissime vedute e sinceramente democratia. Però quando l’adorata e unica figlia se ne torna a casa presentando il nuovo fidanzato, con cui intende sposarsi al più presto, qualche perplessità sorge nei pur apertissimi genitori. Perché il futuro genero è sì un medico assai in carriera e dai modi assai urbani, e di bellissimo aspetto, ma è afroamericano. Dramedy da camera che affronta il macrotema mai-più-segregazione nel micro, attraverso le interazioni tra le persone, dove i Drayton, la famiglia protagonista, diventano di colpo l’America tutta costretta a interrogarsi sui limiti della propria tolleranza (e inconscia intolleranza). Per riuscire nella sua impresa, che è in tutta evidenza quella di smuovere le coscienze del pubblico e di orientarle favorevolmente verso l’integrazione dei neri, Stanley Kramer ricorre alla potenza divistica della coppia regale di Hollywood, Katharine Hepburn e Spencer Tracy. E se a lei tocca il personaggio diciamo così più aperturista, a lui, il babbo, toccano i dubbi e i timori che la figlia da quel matrimonio ricavi più complicazioni che felicità. Titolo memorabile, ancora oggi citato e parodiato. Un film eterno, e dunque da vedere e rivedere. Consacrazione del mito Sidney Poitier, che aveva già vinto l’Oscar nel ’64 per I gigli del campo. Diventerà, forse al di là delle sue intenzioni, il simbolo dell’integrazione riuscita, ma verrà preso a bersaglio come collaborazionista dai radicali del Black Power e dalle Black Panthers. Negro bianco, lo apostrofò sprezzantemente chi non voleva l’integrazione ma la rivoluzione e la lotta, e aveva letto Franz Fanon e i suoi Dannati della terra e Pelle nera maschere bianche. Oggi Indovina chi viene a cena? va anche visto e letto nei suoi sottotesti, nel suo reticolo segreto costruito sulle regole dell’attrazione e della ripulsa, del desiderio sessuale e del rifiuto, pulsioni opposte ma spesso mescolate e indistinguibili. Sidney Poitier molto elegante e di coolness già assai obamiana. Quanto fosse ancora bruciante in quel tempo la questione del matrimonio interrazziale ce lo ricorda Loving, gran bel film di Jeff Nichols prossimamente sui nostri schermi. Dove si narra la storia vera, verissima, di una coppia – lei nera, lui bianco – che osò infrangere le leggi della Virginia che proibivano ogni ‘mescolanza impropria’. E non erano secoli fa, erano i tardi anni Cinquanta del Novecento.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.