Un film raro stasera in tv: LE CINQUE GIORNATE di Dario Argento (mart. 20 marzo 2018, tv in chiaro)

Le cinque giornate di Dario Argento (1973), Iris, ore 21,00. Martedì 20 marzo 2018. Il film va in onda nell’ambito del ciclo La lunga primavera, varato da Iris per ricordare-celebrare i 170 anni del Risorgimento italiano (prendendo come date simbolo di innesco quelle delle Cinque giornate di Milano, 18-22 marzo 1848). Audace e controcorrente, la scelta della rete Mediaset dedicata al cinema, in un momento in cui il patriottismo non è di sicuro il sentimento prevalente in un paese sempre più disunito tra Nord, Centro e Sud, come dimostrano gli ultimi risultati elettorali e infiniti altri indizi. L’occasione, comunque, di vedersi parecchi buoni o eccellenti film rimasti nell’ombra per molto tempo, come questo quasi dimenticato Dario Argento.
L’unica escursione di Dario Argento oltre i recinti del thriller-horror, e già questo lo rende memorabile. Stravagante film che ricostruisce le cinque giornate di Milano anti-Radetsky attraverso due figure di popolani che un po’ assistono, un po’ partecipano senza capire, un po’ vengono travolti dagli avvenimenti. Ma l’intento – eravamo in pieno clima di contestazione quando fu girato il film – era quello di leggere quella rivolta antiaustriaca come un’anticipazione e parente stretta dei moti giovanili studenteschi del Sessantotto. O come una delle tante rivolte di ‘proletari senza rivoluzione’, come titolava un libro marxista-leninista di storia alternativa di quegli anni. La sceneggiatura è cofirmata addirittura da Nanni Balestrini, allora uno dei guru della cultura (e della pratica purtroppo) movimentista. Naturalmente il film sta tutto dalla parte dei due popolani – Adriano Celentano e Enzo Cerusico – contro i borghesi, anti o filoaustriaci che siano. Oggi indigeribile, col suo miscuglione di moti patriottici e lotta di classe, ma interessante come reperto d’epoca. Un Risorgimento come al cinema non s’era mai visto e non si sarebbe più visto.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.