15 film stasera in tv (ven. 6 luglio 2018, tv in chiaro)

Barbecue

La memoria del cuore

Cliccare il link per la recensione di questo blog. Alcune si riferiscono a precedeti messe in onda.

Presunto innocente, Cine Sony, ore 21,00.
Due single a nozze, Rai Movie, ore 21,10.
Il gigante di George Stevens, la7, ore 21,10.
Conan il barbaro di John Milius, Spike, ore 21,15.
Dio non paga il sabato, Telepadova 7Gold, ore 21,15.
Western italico del 1967 adorato dai cultori degli Z-movies. Di un regista mito della Cinecittà più bassa e pop(olare), Tanio Boccia, che qui realizza un film sinistro e cupissimo con pochi mezzi e solo un pugno di attori, perlopiù sconosciuti. Guerra tra banditi e gente normale, ma non meno avida, intorno a un malloppo in una città spettrale. Motivo ulteriore di culto la presenza di Vivi Gioi, attrice dei telefoni bianchi poi attiva nel teatro del dopoguerra in importanti messinscene (Sartre, Tennesseee Williams).
La vendetta di Carter, Cielo, ore 21,15.
Revenge movie dell’anno 2000 che rifà il più celebre, e migliore, Carter del 1970. Allora c’era un Michael Caine nella sua prima, grandissima stagione, qui al posto suo troviamo un Sylvester Stallone che cerca di scrollarsi di dosso i suoi action hero muscolari per un personaggio più nero e psicologicamente complesso. Carter torna nella sua città, Seattle, dopo anni di lavoro nel milieu criminale come killer e scopre che il fratello non è morto, come si credeva, per un incidente. E sarà vendetta. Mickey Rourke è il villain.
The Twilight Saga – Breaking Down (parte 2), Italia 1, ore 21,15.
La memoria del cuore, Rai 1, ore 21,25.
In Italia è passato inosservato, ma sul mercato nord americano, quello che conta davvero, questo film del 2012 (titolo originale: The Vow) ha realizzato incassi altissimi che ne hanno fatto una delle romantic comedy più commercialmente fortunate degli anni Duemila. Benché ispirato a fatti davvero accaduti, sembra curiosamente più riallacciarsi a certi vecchi film della Golden Era hollywoodiana. Leo e Paige sono una giovane coppia sposata e felice. Una sera, usciti per andare al cinema, rimangono coinvolti in un incidente: Leo se la cava, ma Paige cade in coma. E quando si risveglia scopre di aver perso la memoria recente: ricorda tutto del passato lontano, ma niente del marito, di quando l’ha conosciuto, della loro vita insieme. A Leo non resta che una chance, farla innamorare di nuovo. Con Channing Tatum e Rachel McAdams.
La maledizione della mosca, Capri Television (66 dt), ore 22,30.
Ultimo della trilogia della Mosca, l’originale, quella girata tra anni Cinquanta e Sessanta, non quella remakizzata auorialmente da David Cronenberg. Siamo alla terza generazione di sperimentatori del teletrasporto, e il rischio che ne esca un ibrido uomo-insetto non è per niente scongiurato. Per cultori e curiosi veri.
Pelle di sbirro di Burt Reynolds, Telpadova 7Gold, ore 23,00.
Poliziottesco americano del 1981 con Burt Reynolds, oltre che protagonista, anche regista. Atlanta: dopo aver ucciso per sbaglio in una sparatoria una donna, il testosteronico Tom Sharky viene spostato dalla narcotici alla buoncostume. Scoprirà un verminaio, e agirà a modo suo.
Barbecue, Rai Movie, ore 23,15.
Una di quelle commedie francesi di maniere borghesi che noi non sappiamo proprio fare (perché ci è sempre mancata una borghesia diffusa). Arrivato ai 50 anni, e al suo primo infarto, Antoine decide che è ora di cambiare: quel segnale venuto dal cuore sarà meglio ascoltarlo. Da adesso sarà un uomo meno perfetto, più attento ai piaceri che ai doveri. E comincerà a riconsiderare anche i rapporti con la sua ampia rete di amici, presenze da sempre fondamentali nella sua vita. Un film corale che ruota intorno al mattatore Lambert Wilson.
The Italian Stallion, Cielo, ore 23,15.
Il film che Stallone vorrebbe cancellare dalla sua vita. Un erotico, anche se non così esplicito, del 1970 con l’allora sconosciuto Sly nella parte di un eroe del sesso. Uno che con la sua partner passa giornate intere a letto a eplorare ogni possibile tecnica di accoppiamento. Decidono di organizzare un grande party orgiastico lasciando inviti dappertutto, e sarà per Sly l’occasione di scatenarsi. Stallone ha detto di aver accettato per fame, per 200 miserabili dollari. Oggi The Italian Stallion è un culto per come, nella sua sgangheratagine, restituisce certa New York marginale e strafattistica di quegli anni.
Dune di David Lynch, Iris, ore 0,30.
Citizenfour di Paura Poitras, Rai Storia, ore 0,30.
Desiderio di Anna Maria Tatò, Rai Movie, ore 0,55.
Straculto vero. Un film del 1983 di Anna Maria Tatò, allora compagna di Marcello Mastroianni, lanciato dalla Gaumont come imperdibile opera alto-autoriale. Anche, come un’esplorazione e una rappresentazione al femminile della sessualità. Una giornalista di Parigi – è Fanny Ardant – decide di tornare in Puglia, la terra delle sue origini. Sarà una ricerca, ovvio, del tempo perduto e delle radici. Incontri, ricordi. Oscillazioni tra realtà e sogno, o incubo. Immersione a capofitto nella mediterraneità, nella carnalità del Sud. Passione travolgente per un ragazzo. Che è Leonardo Treviglio, il mai dimenticato Sebastiano di Derek Jarman.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.