19 film da vedere stasera in tv (mart. 21 agosto 2018, tv in chiaro)

Apocalypse Now: Redux

Come le foglie al vento

The Skeleton Key

Cliccare sul link per la recensione di questo blog. Alcune schede si riferiscono a una precedente messa in onda o all’uscita in sala del film.

Capitan Harlock di Shinji Aramaki, 20, ore 21,00.
Sella d’argento di Lucio Fulci, Iris, ore 21,00.
Pane, amore e… di Dino Risi, Rai Movie, ore 21,10.
Magnolia* di Paul Thomas Anderson, Paramount Channel, ore 21,10.
*Sorry: avevo indicato al posto di
Magnolia la messa in onda di Fiori d’acciaio di Herbert Ross, come del resto segnalava e incredibilmente continua a segnalare lo stesso sito di Paramount Channel. Da quelle parti evidentemente si devono essere confusi tra Magnolia e Steel Magnolias, titolo originale appunto di Fiori d’acciaio. Un po’ più di attenzione no?
Red Lights di Rodrigo Cortés, Rai4, ore 21,14.
Rocky Balboa di Sylvester Stallone, Rai3, ore 21,15.
Incredibile
Rocky numero 6, girato molto dopo la prima serie, nel 2008. Tardo, patetico, postumo (filmicamente) di se stesso. Un Rocky ormai quasi sessantenne che torna sul ring contro il campione del mondo. Pazzesco. Sintomo dell’incapacità-impossibilità di Stallone (che si autodirige) di fuoruscire dal ruolo che l’ha iconizzato. Intanto Adriana non c’è più, avendo lasciato questa valle di lacrime per malattia. Da analizzare come caso clinico di totale e patologica identificazione tra interprete e personaggio.
Pane, amore e gelosia di Luigi Comencini, Tv2000, ore 21,15.
Il caso Paradine di Alfred Hitchcock, la7, ore 21,15.
Gravity di Alfonso Cuaron, Rete4, ore 21,27.
Come le foglie al vento di Douglas Sirk, Rete Capri, ore 22,30.
Il gufo e la gattina di Herbert Ross, Rai Movie, ore 22,49.
Una celebre, e di gran succcesso, commedia teatrale di Buck Henry (anche sceneggiatore:
Il laureato, Comma 22) diventa nel 1970 un film. Lo dirige il gran professionista di squisiti modi cinematografici Herbert Ross, che ne cava fuori un vehicle di implacabile efficienza per la coppia attoriale e mattatoriale protagonista, lui George Segal, lei nientedimeno che Barbra Streisand nei suoi anni di massimo fulgore. L’amore impossibile che diventa amore possibile a New York tra un ragazza dai molti lavori, quello di prostituta compreso, e uno scrittore di ispido carattere. Tra di loro voragini per via della differenza soprattutto di classe. E immaginate le liti e i bronci e i dispetti reciproci prima di far pace. Di quelle rom-com come oggi non si fanno più. Da vedere per Segal, che aveva come Cary Grant e pochi altri una predisposizione naturale alla commedia, e una strabordante, inarrestabile Streisand.
Los Amigos di Paolo Cavara, Iris, ore 23,08.
Apocalypse Now: Redux di Francis Ford Coppola, Rete4, ore 23,21.
Blown Away – Follia esplosiva, Spike, ore 23,30.
All’inizio sono due resistenti assai armati e bombaroli dell’Ira, ma poi la vita, e le loro storie e scelte, li separeranno e scaglieranno su fronti opposti. Liam andrà in America e, cambiata identità, diventerà un esperto artificiere della polizia. Ryan finirà in galera. Ma si ritroveranno, e allora Ryan sfiderà l’ex compagno di lotta Liam, ora passato dalla parte delle istituzioni, e sarà naturalmente una sfida a colpi di esplosivo. Del 1994, con Jeff Bridges e Tommy Lee Jones (cercate di indovinare chi sia il buono e chi il cattivo).
Rebecca, la prima moglie di Alfred Hitchcock, la7, ore 23,30.
The Skeleton Key, 20, ore 0,05.
Horror del 2005 non privo di ambizioni che unisce vecchi modi e cliché narrativi (la casa dei segreti inconfessabili e delle porte chiuse) a un approccio più modernamente psy ai personaggi e alle loro dinamiche. Caroline, giovane infermiera, viene ingaggiata per assistere Ben, un signore assai malato che abita in una casa suggestiva quanto sinistra vicino New Orleans (e già questo avrebbe dovuto dissuadere la ragazza dall’accettare, perché si sa che da quelle parti ci sono sopravvivenze di strani riti caraibici e creoli). Sarà una discesa all’inferno e nella paura. Gran cast: Gena Rowlands, John Hurt, Kate Hudson e Peter Sarsgaard.
Proposta indecente di Adrian Lyne, Paramount Channel, ore 0,40.
Faster Pussycat! Kill! Kill! di Russ Meyer, Cielo, ore 1,00.
Indagine su un parà accusato di omicidio, Iris, ore 1,05.
Titolo italiano alla Damiano Damiani del più sobrio originale francese
Le Dernier Saut, L’ultimo salto. Del 1970, con al centro un parà di molte imprese passate, Indocina e crudele guerra d’Algeria comprese, che, tornando a casa, scopre che la moglie lo tradisce. Furia e vendetta! E difatti la strangola e, senza che nessuno sospetti di lui, riprende la sua vita in caserma. Del delitto è accusato l’incolpevole amante, ma quando le indagini saranno affidate a un caparbio commissario tutto verrà rimesso in discussione.  Da vedere soprattutto per il grandissimo Maurice Ronet, faccia da canaglia, perfetto per incarnare un militare ipernazionalista travolto dalle sue ossessioni e dalle sue mitologie machiste e superomistiche.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi