Il film imperdibile stasera in tv: IL MATRIMONIO DI LORNA dei fratelli Dardenne (mart. 21 agosto 2018, tv in chiaro)

Il matrimonio di Lorna, Rai 5, ore 21,15. Martedì 21 agosto 2018.
18934250Mai perdersi un film dei fratelli belgi Jean-Pierre e Luc Dardenne, fondamentali maestri del cinema disadorno e neo-neorealista che hanno influenzato e continuano a influenzare molto del cinema autoriale di questo millennio. Dardenne che in questo Il matrimonio di Lorna, anno 2008, imprimono una svolta al loro lavoro, abbandonando la camera a mano e il 16 millimetri per una tecnica di ripresa e un formato più mainstream. E scrivendo per la prima volta una sceneggiatura molto costruita e articolata, una trama perfino avvincente con risvolti noir e da crime story, pur nel solco del realismo estremo che li distingue. Lorna è un’albanese emigrata in Belgio manovrata da un piccolo gangster, il quale la fa sposare a un tossico perché possa avere il permesso di soggiorno. Il piano è che i due divorzino al più presto lasciando Lorna sola e legalizzata. E pronta a risposarsi con un russo malavitoso, voglioso anche lui di avere il sospirato permesso e disposto a pagare molto bene per riuscirci. Ma qualcosa non funziona e il piano va all’aria. I Dardenne registrano con implacabilità quest’Europa sotterranea dei migranti clandestini, il disagio e il disfacimento morale di un underwold senza regole. Come tossico c’è Jérémie Rénier, attore-feticcio dei due fratelli belgi. Uno dei più alti e riusciti tra i film sui migranti, ormai un genere che allinea parecchi titoli, da Verso l’Eden di Costa-Gavras a Welcome a Illégal, presentato a Cannes 2011.
Nota. Misurare attraverso la visione di Il matrimonio di Lorna come sia cambiata la condizione dei migranti in Europa rispetto a dieci anni fa, quando il film è stato girato, e soprattutto come siano cambiati da allora la nostra percezione e il nostro approcciarci alla questione.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.