Film stasera in tv: RABBIT HOLE (mart. 17 sett. 2019, tv in chiaro)

Rabbit Hole (La tana del coniglio), un film di John Cameron Mitchell. Tv 2000, ore 20:59, martedì 17 settembre 2019.
Certo, è un paradosso che John Cameron Mitchell, autore dello spintissimo e sessualmente esplicito Shortbus, arrivi stasera sulla tv della CEI, insomma dei vescovi italiani. Ma questo Rabbit Hole – se ricordo bene mai uscito in sala in Italia – è la sua successiva conversione al family drama, al cinema engagé, a un tema assai serio e doloroso come la perdita di un figlio. Scritto da David Lindsay-Abaire, Rabbit Hole racconta di una coppia, Becca e Howie (Nicole Kidman e Aaron Eckhart), la cui vita viene sconvolta dalla scomparsa di Danny, soli quattro anni, investito da una macchina mal guidata da un adolescente. Vanno in terapia, ma Becca ha un profondo rigetto, non accetta la perdita, se ne astrae, incomincia a frequentare il ragazzo che ha ucciso Danny. Howie si aggrappa invece alla terapia e ossessivamente riguarda sul cellulare gli home video con Danny. Sembra una storia già vista (In the bedroom, La stanza del figlio, Gente comune), ma quel che distingue Rabbit Hole è l’assenza di ogni ricatto sentimentale, la non convenzionalità con cui tratta la sua emotiva e bruciante materia, il percorso insolito con cui i genitori intraprendono l’elaborazione del lutto. Occhio: l’adolescente (il film è del 2010) è il Miles Teller dei successivi Whiplash di Damien Chazelle e Too Old too Die Young, la serie-capolavoro di Nicolas Winding Refn.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.