18 film stasera in tv (martedì 22 ottobre 2019, tv in chiaro)

Paulette

Redemption – Identità nascoste

Senza nessuna pietà

Cliccare il link per la recensine del film in questo blog.

Perdutamente tua di Irving Rapper, Rete Capri (canale 122 dt), ore 21:00.
Quando Bette Davis era la regina del melodramma holywoodiana. Di quel periodo Perdutamente tua (anno 1942) è uno dei titoli forti. Con B Davis nel ruolo di una ragazza, Charlotte, resa nevrotica e infelice da una madre-padrona. Sarà in una casa di cura che scoprirà, anche grazie allo psichiatra che la segue, di poter diventare un donna deisderabile, amata, autonoma. E da lì comincia il suo lungo e tortuoso itinerario di emancipazione. Ma ci saranno parecchi ostacoli a complicarle il viaggio. Con Paul Henreid, futuro marito di Ingrid Bergman in Casablanca.
Maze Runner – La fuga, Rai 4, ore 21:08.
Sequel di Maze Runer – Il labirinto, il distopico per young adults che infilava un gruppo di ragazzi in un perrcorso intricato di mostri e pericoli di ogni tipo. Lotta per la sopravvivenza, rito di iniziazione e passaggio. Stavolta i sopravvissuti si ritrovano in un posto che credono sicuro, ma che si rivelerà un lager dove giovani uomini e donne vengono trasformati in zombie. E sarà fuga. Un po’ al di sopra della media del suo genere di appartenenza.
Il principe abusivo di Alessandro Siani, Rai Movie, ore 21:10.
Batman Begins di Christopher Nolan, canale 20, ore 21:11.
Reboot, non remake ma ristrutturazione di una serie, riavvio, rifondazione, ricominciamento, re-inizio. Qui la difficile operazione viene applicata all’allora esausta saga di Batman che, dopo gli inziali fasti timburtoniani, si era man mano avvitata su se stessa. Christopher Nolan, sì, il regista di Inception, ha il coraggio di riprendere in mano il personaggio, trova un nuovo interprete, Christian Bale, ambiguo e contorto più dei precedenti, odioso e disturbante, autoreferenziale e autistico, e con lui – contro ogni previsione – riesce a rivitalizzare la saga dell’uomo pipistrello. Il botto però ci sarebbe stato con il successivo The Dark Knight.
Lo sperone insanguinato di Robert Parrish, Iris, ore 21:12.
trano, anomalo western del 1958 che in realtà, sotto la scorza del genere, mette in scena gli esistenzialismi di allora, i tormenti e i ribellismi senza causa alla James Dean. Anche se qui Dean non c’è e a incarnare uan gioventù inadattabile alla norma e disadattata e nevrotica è un giovane John Cassavetes, prossimo al salto nella regia con Shadows. Un uomo dal passato turbinoso ma ora convertito a una vita tranquilla, si vede arrivare in casa il giovane fratello dalla testa assai calda e poco ragionante. Saranno guai, e grossi. Ci sono anche Robert Taylor e la cantante-attrice Julie London.
Space Cowboys di Clint Eastwood, Focus, ore 21:15.
Paulette di Jérôme Enrico, Cielo, ore 21:15.
Una delle ragioni per dare un’occhiata a questo fim da noi sconosciuto film francese del 2o12, firmato da un esordiente, è la presenza di Bernadette Laont, attrice-simbolo della Nouvelle Vague, da Le beau Serge di Chabrol a La maman et la putain di Jean Eustache passando per Mica scema la ragazza di Truffaut. E che è qui in Paulette alla sua penultima interpretazione (la affianca un altro mito del cinema europeo d’autore, Carmen Maura). Eppure questo film una visione se la merita anche al di là delle nostalgie cinefile per come ritrae la rabbia e la voglia di rivolta dei nuovi ultimi, dei nuovi perdenti. Storia – superficialmente simile al film inglese L’erba di Grace di una pensionata che per incrementare le sue scarne entrate decide, utilizzando le sue abilità di pasticciera, di vendere dolci all’hashish. Siamo in una cité di francesi impoveriti e incazzati e di molti immigrati, con le tute le tensioni e le piccole guerre di frizione (e di civiltà) che si possono immaginare. Perfettamente sintonizzata sull’onda del risentimento populista, Paulette ce l’ha co n gli stranieri, si sente spodestata dei suoi oassati piccoli privilegi dalla loro presenza massiccia. E vede nel commercio di droga l’occasione del riscatto. Plumbeo nonostante percorra la strada della commedia.
’71 di Yann Demange, Rai 5, ore 21:17.
L’ultimo dominatore dell’aria di M. Night Shyamalan, Paramount Channel, ore 21:20.
Fantasy del 2010 di un M. Night Shyamalan nel suo periodo più nero e ormai lontano dai picchi, anche d’incasso, di Il sesto senso e The Village. Questo The Last Airbender nasce da uno sforzo produttivo di peso, ma non ottiene al box office i risultati sperati. In un mondo diviso tra le aree degli elementi di Fuoco, Terra, Acqua e Aria, l’armonia si spezza e si scatena la guerra, e a rompere la tregua son quelli del Fuoco, ovvio. Solo un avatar del regno dell’Aria sarebbe in grado di controllare tutti gli elementi, ma di lui si son perse le tracce. Si ripaleserà al momento giusto.
Redemption – Identità nascoste di Steven Knight, Nove, ore 21:25.
Quel girno di qualche settembre fa che a Venezia diedero (fori concorso) Locke e tutti ci innamorammo subti del film, del suo protagnista anzi interprete unico Tom Hardy, del suo regista di nome Steven Knight. Che, avremmo coperto poi, era stato il signor sceneggiatore di un film meraviglioso quale La promessa dell’assassino di David Croneberg. Ecco, quando vedemmo Locke Steven Knight aveva in realtà già realizzato da regista questo action-thriler con la star muscolare Jason Statham. Il quale è stavolta un militare inglese in missione in Afghanistan condannato per l’uccisione di cinque persone. Ma riuscirà a scappare e, raggiunta Londra, ad assumere l’identità di un insospettabile businessman. Ma naturalmente sarà costretto dagli eventi a tornare nell’arena e combattere. Da vedere, Steven Knight è una garanzia.
Il signore degli anelli: le due torri di Peter Jackson, Italia 2, ore 21:29.
La legge del più forte di George Marshall, Iris, ore 22:51.
Le cronache di Narnia – Il principe Caspian, Paramount Channel, ore 23:10.
Il secondo della saga Narnia. Un successo, ma non così grande come nelle aspettative dei produttori, che pensavano di replicare il trionfo del Signore degli anelli. Anche qui siamo nel campo dell’epica fantasy, però con molti sottotesti e rimandi religiosi  e cristologici (l’autore dei libri da cui il ciclo filmico è tratto, C.S. Lewis, era un inglese profondamente credente).
Senza nessuna pietà di Michele Alhaique, RaiMovie, ore 23:30.
Travolti dal destino di Guy Ritchie, Rete 4, ore 23:35.
Il mondo perduto: Jurassic Park di Steven Spielberg, canale 20, ore 23:50.
Jurassic Park parte seconda: ritorno ai dinosauri. Un classico del cinema pop(olare). Con Jeff Goldblum e Julianne Moore.
Acciaio di Stefano Mordini, Rai Movie, ore 1:10.
Italy in a day di Gabriele Salvatores, Rai 2, ore 1:30.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv, premi e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.