Un film di John Ford stasera in tv: IL GRANDE SENTIERO (martedì 17 marzo 2020, tv in chiaro)

Il grande sentiero, di John Ford, Iris, ore 21:00. Martedì 17 marzo 2020.
cheyenne-tryptich2L’ultimo, testamentario, ma sempre possente western di John Ford, un monumento cinematografico che, al di là di certa magniloquenza, si è assestato come un assoluto. Girato nel 1964 e dunque (anche) nei modi dei colossal verbosi della Hollywood di allora, già terminale e in procinto di essere spazzata via dalle rivoluzioni tardi anni Sessanta e primi Settanta. Però Ford è Jord, che qui, con l’onestà limpida del grande vecchio e del grande saggio, racconta una storia dal punto di vista degli indiani, e se non passa demagogicamente dalla loro parte ne presenta col massimo rispetto le ragioni. Il titolo originale è, meravigliosamente, Cheyenne Autumn, e già racconta il nucleo del film. Che vede i Cheyenne languire nella miseria e nella fame nelle riserve in cui sono stati confinati. Decideranno di abbandonarle e di ritornare, in un viaggio estenuante di duemila chilomeri, nelle terre dell’abbondanza dei loro avi. Ma dovranno vedersela con l’esercito americano. Un’odissea western (e un’anabasi), dove l’epos fordiano può estrinsecarsi ai massimi. Cast del livello di allora, cioè stratosferico: Richard Widmark, Carroll Baker, James Stewart, Edward G. Robinson, Ricardo Montalban, Arthur Kennedy, Dolores Del Rio. Attenzione, c’è anche Sal Mineo, in quel tempo young actor assai quotato, destinato di lì a qualche anno a decadere, per poi morire ucciso in un oscuro agguato (le ultime ore di Mineo sono state molto ben ricostruite da James Franco regista in Sal).

Questa voce è stata pubblicata in cinema, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.