18 film stasera in tv (sabato 21 marzo 2020, tv in chiaro)

Queimada

Psycho (il remake di Gus Van Sant)

Cliccare sul link per la recensi0ne di questo sito.

Ti ricordi di me? di Rolando Ravello, Rai 3, ore 20:30.
Tora! Tora! Tora!, Rai Movie, ore 21:10.
Lo scambio di Salvo Cuccia, Rai Storia, ore 21:10.
Bandidos di Massimo Dallamano, Cine34, ore 21.10.
Italian western del 1967 di Dallamano, uno dei registi più fini del nostro cinema bis tra anni Sessanta e Settanta, dotato di una superiorità di stile e scrittura evidenti anche in questo Bandidos. Con un protagonista di gran classe come Enrico Maria Salerno quale maturo pistolero che ingaggia e addestra un ragazzo perché lo vendichi della menomazione fisica infertagli dalla solita bastardissima carogna.
Sotto il segno del pericolo di Phillip Noyce, Iris, ore 21:0.
Terza avventura cinematografica dell’agente Jack Ryan, il character delle spy-action stories  di Tom Clancy qui interpretato da Harrison Ford. Il quale indaga e agisce su uno sporchissimo intreccio tra intimi del presidente Usa e i cartelli colomobiani del narcotraffico.
Indovina chi viene a cena? di Stanley Kramer, la7, ore 21.15.
I Croods, Italia 1, ore 21:15.
Voglia di guardare di Joe D’Amato, Cielo, ore 21:25.
Chiamata a raccolta per tutti i devoti di Aristide Massaccesi aka Joe D’Amato, maestro del cinema erotico made in Italy tra Settanta e Ottanta ormai ampiamente rivalutato e consacrato dalla critica più radicale. Del 1985, Voglia di guardare si inserisce nel solco aperto due anni prima dal successo oltre ogni aspettativa di La chiave di Tinto Brass, mettendo in scena perversioni e derive e giochi coniugali sotto il segno del voyeurismo. Un rispettabile chirurgo (Marino Masè, il fratello ‘risolto’ dei Pugni in tasca di Bellocchio) cede la moglie (Jenny Tamburi) al tenutario di un postribolo per poterla osservare di nascosto mentre si prostituisce. Della serie: i borghesi son tutti dei porci (così, sotto lo scudo dalla virtuosa denuncia politca, ci si poteva scatenare nel quasi-porno). Con Lilli Carati, in procinto di passare all’hard, e Sebastiano Somma.
Agente 007. Al servizio segreto di Sua Maestà di Peter R. Hunt, Tv8, ore 21:35.
L’unico film della serie con l’australiano George Lazenby quale 007. Subito dopo defenestrato causa disastro al box office di questo Al servizio di Sua Maestà. Eppure con il tempo il film si è trasformato in culto, Lazenby rivalutato. Per i suoi fans estremi, il miglior James Bond di sempre. Da vedere.
Fighting Paisanos, docu di Marco Curti, Rai Storia, ore 22:45.
Quei ragazzi americani di radici italiane che combatterono durante la WWII contro gli italiani. Lo sbarco in Sicilia e la risalita su su verso Cassino e poi la Linea Gotica raccontata dagli italiani di seconda-terza generazione vincitori-invasori-liberatori che di quegli eventi furono protagonisti.
10.000 dollari per un massacro, Cine34, ore 22:54.
Secondo italian western dopo Bandidos della serata di Cine34, anche questo del 1967. Dirige Romolo Guerrieri della gloriosa cinedinastia dei Girolami, fratello di Marino e zio di Enzo G. Castellari. Ancora un revenge movie di frontiera, nei solito brulli scenari calcinati dal sole, con un protagonista di nome Django (Gianni Garko) che non ha però niente a che spartire con quello ufficiale’ di Sergio Corbucci: unico elemento in comune tra il Django autentico e questo apocrifo, la presenza di Loredana Nusciak.
Psycho di Gus Van Sant, Rete 4, ore 23:20.
Dark Shadows di Tim Burton, canale 20, ore 23:30.
Il visone sulla pelle di Delbert Mann, la7, ore 23:30.
Queimada di Gillo Pontecorvo, Rai Movie, ore 23:40.
The Life of David Gale di Alan Parker, Iris, ore 23:50.
Teste rasate di Claudio Fragasso, Cine34, ore 0:45.
Dopo il grandissimo Palermo-Milano solo andata Fragasso affronta con la sua solita muscolarità la truce e trucida storia di un gruppo di naziskin di periferia e relativi misfatti.
Mi chiamo Sam, la7d, ore 1.10.
Uno dei film del periodo aureo di Sean Penn, quando non sbagliava una scelta e raccoglieva premi dappertutto. La lotta legale di un uomo con disabilità mentale per poter tenere con sé la figlia di sette anni e impedire che venga affidata a un’altra famiglia. Con Michelle Pfeiffer.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.