18 film stasera in tv (lunedì 20 aprile 2020, tv in chiaro)

Flightplan

Grand Hotel

L’inferno di cristallo

Cliccare il link per la recensione di questo blog.

Grand Hotel di Edmund Goulding, Rete Capri (122 dtt), ore 21:00.
Il cittadino si ribella
di Ezio G. Castellari, Cine34, ore 21:09.
The Prestige di Christopher Nolan, Iris, ore 21:10.
Gli implacabili di Raoul Walsh, Rai Movie, ore 21:10.
Tre uomini, una donna. Con una mandria da guidare attraverso un territorio pieno di indiani. Gran western classico con cast stratosferico: Clark Gable, Ribert Ruìyanm jane Rissell, Cameron Mitchell.
Flightplan – Mistero in volo, la7, ore 21:15.
Una donna in volo non trova più sa figlia: ma come è possibile scomparire su un aereo? E se fosse pazza? Mistero ad alta quota in un film teso al punto giusto. Con Jodie Foster.
Madame Bovary di Sophie Barthes, Cielo, ore 21:15.
Mai uscita nelle sale italiane questa versione del 2014 del romanzo di Flaubert. Sostanziale fedeltà al testo, con qualche riverniciatura modernizzante qua e là nei dialoghi. Con Mia Wasikowska, Paul Giamatti e Ezra Miller.
Warrior di Gavin O’Connor, Italia 2, ore 21:19.
Animali fantastici: i crimini di Grindelwald, canale 5, ore 21:41.
Falchi di Toni D’Angelo, Rai 5, ore 22:14.
Un detective – Macchie di belletto di Romolo Guerrieri, Cine34, ore 22:58.
Run All Night, canale 20, ore 23:12.
Al catalano Jaume Collet-Serra, come ad altri giovani registi iberici, è riuscito dove invece i nostri filmmaker tenta-quarantenni hanno fallito, sfondare con film di genere sul mercato internazionale e stabilirsi produttivamente in America. Run All Night, del 2015, è il terzo action-noir girato da Collet-Serra con Liam Neeson (il primo, e più celebre, è Unknown). Come vuole la retorica di tanto cinema crime, Neeson è un killer ormai stanco, perseguitato ai fantasmi del suo passato. A tormentarlo è anche l’inesistente rapporto con il figlio Mike che non vuole più avere niente a che fare con lui, che punta a una vita rispettabile. Ma sarà costretto a ridiscendere in campo e impugnare le armi proprio per salvare il figlio, finito senza volerlo in una storia troppo grande e troppo pericolosa.
… e poi lo chiamarono il Magnifico, Rai Movie, ore 23:15.
Commedia western diretta nel 1972 dall’E.B. Clucher (Enzo Barboni) di Trinità. Solo che stavolta c’è solo Terence Hill, e la mancanza di Bud Spencer si sente e pesa sul risultato finale.
L’inferno di cristallo di John Guillermib, la7, ore 23:15.
Tra tutti i film catastrofici-apocalittici anni Settanta è quello che prediligo, insieme all’Avventura del Poseidon (meraviglia!). Il grattacielo che prende fuoco proprio la sera della sua inaugurazione, mentre ai piani altissimi è in corso un party con tronfie e corrotte autorità politiche e contorno di varia umanità, sembra prefigurare disastri veri di là a venire (leggi Twin Towers). L’operazione salvataggio degli ospiti intrappolati, mentre pezzi di grattacielo cascano tra le fiamme, si segue con il cuore in gola. Décor e vestiti Early Seventies, una goduria per gli occhi. Ci sono Steve McQueen, Paul Newman, William Holden e una magnifica, come sempre in quegli anni, Faye Dunaway. (Chissà se il giornalista-scrittore Camillo Langone, gran nemico dei grattacieli che ritiene siano una blasfema sfida al Cielo, ha visto qualche volta L’inferno di cristallo: avrebbe di che divertirsi, il film condivide il suo punto di vista e punisce biblicamente la hybris di chi ha voluto erigere a tutti i costi una nuova torre di Babele).
Il bacio della pantera di Paul Schrader, Iris, ore 23:41.
La leggenda del rubino malese di Antonio Margheriti, Cine34, ore 0:43.
Antonio Margheriti è stato uno dei grandi che hanno dato lustro al nostro cinema di serie B, attrraversando con leggerezza e disinvoltura e mestiere ferreo molti generi, dal fantascientifico all’avventuroso al western. Oggi Margheriti, che firmava spesso come Anthony M. Dawson, è studiato nelle scuole di cinema di tutto il mondo, come Mario Bava, e adorato dalle fanzine dei film di genere. La leggenda del rubino malese è del 1985, risposta del piccolo cinema italiano di allora al gigantesco Spielberg di Indiana Jones. Eppure Margheriti, che aveva grazia e classe, realizza con questo suo tardo avventuroso l’ennesima impresa vincente. Un film a tratti incantevole. Con Lee Van Cleef. Per i fan di Margheriti, un culto assoluto.
L’altra donna del re, Rete 4, ore 0:45.
Soldato Jane di Ridley Scott, Paramount Network, ore 1:00.
Demi Moore al suo apice in questo film molto anni Novanta di Ridley Scott che fece allora assai discutere. Vi si trattava infatti di una giovane donna, la prima donna di sempre, ammessa nel corpo di Navy Seals, con tano di addestramento terrificante e complotti sessisti ai suoi danni. Una pietra miliare del cinema mainstream con messaggio femminil-emancipazionista.
7 Winchester per un massacro di Enzo G. Castellari, Rai Movie, ore 1:15.
Un mucchio selvaggio a caccia tra Stati Uniti e Messico del tesoro nascosto di un sudista. Italian western del 1967 firmato Enzo G. Castellari, il futuro re del poliziottesco, oltre che autore del bellico Quel maledetto treno blindato adorato da Tarantino.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.