20 film stasera in tv (giovedì 23 aprile 2020, tv in chiaro)

Southpaw – L’ultima sfida

La ragazza del treno

L’amore bugiardo

Cliccare il link per la recensione di questo sito.

La ragazza del treno, Rai Movie, ore 21:10.
La morte bussa due volte di Harald Phillip, Cine34, ore 21:10.
Pomposamente lanciato come un canale dedicato al cinema italiano, inugrato con una giornata tutta deduicata ai film i Fellini, Cine34 si sta configiuando invece come una vetrina sì del nsotro cinem, ma di queloo basso e bis e anche ter, dei B- e anche Z- novie. Per carità, tutti amiamo il genere e l’esplorazione dei più segreti cunicoli del nostro cienma, ma possibile che ormai su Cine34 ci siano quasi solo titoli di dibbio o nessun lignaggio? Sucede anche stasera, che comincia con qusto ignoto giallo di coproduzione italo-tedesca del 1971 con Fabio Testi e Anita Ekberg, e a occhio più tedesco (con quel di sordido teutonico, immagino) che italiano. Per caso due uomini assitono alla lite di una coppiaa, il giorno dopo lei verrò trovata cadavere. Solo per esploratori coraggiosi del sottomondo cinematografico.
L’immortale di Richard Berry, Iris, ore 21:10.
In Time di Andrew Niccol, Italia 2, ore 21.19.
Distopico decisamente buono di un regista discontinuo ma spesso interessante come Andrew Niccol. Che stavolta mette in scena un inquietante nostro domani prossimo e possibile dove è il tempo il massimo valore, la merce più ambita. Perché ognuno ha in dotazione alla nascita 25 anni, scaduti i quali implode, muore: un patrimonio che può decidere di spendere come vuole, ma che può anche incrementare secondo metodi accuratamente codificati e regolati dalle supreme autorità. Me lo ricordo niente male, anche visivamente interessante, in un’America dei margini e della provincia dominata dalla gessosità del cemento. Con Amanda Seyfried e Justin Timberlake.
Baby Driver – Il genio della fuga di Edgar Wright, Rai 3, ore 21:20.
Southpaw – L’ultima sfida di Antoine Fuqua, Rai 4, ore 21:20.
Come farsi lasciare in 10 giorni, Nove, ore 21:10.
C’è stato un tempi in cui Matthew McConaughey non teneva i oettorali ipertrofici, non ountava all’Oscar, non girava film arrischiati con registi come Harmony Korine. C’era un tenpo in cui MMC era il reuccio della rom-com brillante e un filo scema. Si era tra fine anni Novanta e primi Duemila e a quel periodo rosa del nostro appartiene Come farsi lasciare in 10 giorni. Dunque, lei (Kate Hudosn) per scrivere un pezzo per l femminile in cui lavora deve scndere sul campo e farsi lasciare da un uomo in dieci giorno, lui (Matthew) invece deve, pure lui per motivi professionali suoi, dimostrare di saper fare innamorare una donna in dieci giorni. Il caso li faràincontrare. Ognuno ha il suo obiettivo, esattamente opposto a quello dell’altro. Ch vincerà? Matthew McConaughey è sopravvissuto al suo periodo rosa, ma Kate Hudson che fine ha fatto?
Gente di Roma di Ettore Scola, Zelig Tv, ore 21:30.
Penultimo film di Ettore Scola (l’ultimo Che strano chiamarsi Federico, un docufiction su Fellni, è del 2013) maktrattato da critici istituzionali e non, trascurato dal pubblico, comsiderato il lavoro senile e devitalizzato di un autore che aveva già dato tutto. Ma come sucede semore con i grandi veri anche le opere minime o meno riuscite meritano la visione. E allora cerchiamo di scorgere il tocco di Scola in questo affresco, in questa raccolta di frammenti narrativi tenuti insieme dall’unità di luogo di un autobus che percorre Roma. Salgono tipi umani e romani di vario genere a comporre forse – forse – il racconto di una città, il romanzo di una capitale sempre sull’orlo del collasso. Gran cast, dagli imperdibili e davvero in una performance testamentaria Arnoldo Foà e Fiorenzo Fiorentini a una delle attrici-feticcio di Scola, Stefania Sandrelli, a Valerio Mastandrea.
Pirati dei Caraibi 4: Oltre i confini del mare, Canale 5, ore 21:44.
Stanchissima quarto episodio della saga horror-fantastico-piratesca. Semprec on Johnny Dep, ovvio, ma con Rob Marshall alla regia al posto di Gore Verbisnki. Spariscono Orlando Bloom e Keira Knightley, arriva Penelope Cruz.
Desideri di Bruno Mattei. Cine34, ore 22:45.
Misterioso erotico ambientato a Venezia a firmatoMichael Cardoso, una delle molte identità assunte da Bruno Mattei nel corso della sua lunga e prolifiuca carriera di facitore di film e fimacc di sotigenere e de-generi. C’è di tutto nel suo curriculum, zombeschi, cannibalici, nazixploitation, perfino un Terminator apocrifo. Qui – siamo ormai nel 1990 – per il nostro cinema di genere è agonia, hanno chiuso i cinema, la tv si fa onnpervasiva. Un film da vedere come disperata lotta per la sopravvivenza del nostro cinema bis, come spasmo prima dell’inevitabile fine. La storia? Una ragazza e due uomini, triangolo di massima morbosità là sulla laguna perversa.
Forza 10 da Navarone di Guy Hamilton, Rai Movie, ore 23:00.
Tardivo sequel (1978) di uno dei migliori combat film sulla WWII, I cannoni di Navarone (1961). Stavolta il terreno d’azione non è più la Grecia, ma è la Jugoslavia occupata dai tedeschi. Gli eroici reduci dell’attacco inglese a Navarone, mandati adesso nei Balcani a neutralizzare una spia, si schiereranno accanto ai partizan di Tito.
Silver City di John Sayles, 7Gold, ore 23:00.
iallo politico del 2005 di uno dei padri del cinema indie, John Sayles.
Carmen di Vicente Aranda, Cielo, ore 23:00.
Carmen secondo Vicente Aranda e il suo cinema softcore con pretese autoriali. Con Paz Vega.
Spy Game di Tony Scott, Iris, ore 23:16.
Lo sciacallo – Nightcrawler di Dan Gilroy, Rai 4, ore 23:25.
Gone Girl – L’amore bugiardo di David Fincher, Nove, ore 23:30.
In guerra tutto è concesso di David Hare, Rete 4, ore 0:43.
Un agente dei servizi scappa con riservatissimi documenti governativi. Aizzata dal primo ministro, comincia la caccia a lui e a alla donna che lo accompagna. Spy-tory inglese del 2014 con il sempre adorabile Bill Nighy, Helena Bonham-Carter e Ralph Finnies, cattivissimo.
Giovanna la pazza di Vicente Aranda, Cielo, ore 1:05.
Filmone made in Madrid del 2001 sulla regina di Spagna – vissuta tra Quattro e Cinquecento – che diventò pazza per amore e per i tradimenti seriali del marito Felipe.
Tenebre di Dario Argento, rai Movie, ore 1:20.
La grande abbuffata di Marco Ferreri, Rete 4, ore 2:51.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.