22 film stasera in tv (lunedì 27 aprile 2020, tv in chiaro)

Cielo giallo

Il fuoco della vendetta

Per la recensione di qusto sito cliccare il link.

Seguendo la flotta, Rete Capri (122 dtt), ore 21:00.
Quelli della calibro 38 di Massimo Dallamano, Cine34, ore 21:10.
Brooklyn’s Finest di Antoine Fuqua, Paramount Network, ore 21:10.
Codice Mercury, canale 20, ore 21:10.
Un bambino autistico in pericolo (ha decifrato un codice fondamentale per la sicurezza nazionale e hanno deciso di eliminarlo), un agente Fbi che decide di proteggerlo dall’invisibile nemico. Con Bruce Willis.
L’avvocato del diavolo di Taylor Hackford, Iris, ore 21:10.
Vendere o no l’anima al diavolo? La parabola di Faust e Mefistofele nell’America dell’ambizione e del rampantismo fine anni Novanta. Un giovane avvocato bravissimo nel far assolvere anche i responsabili dei reati più turpi, dunque di gran successo, viene chiamato dalla Florida a New York da un importante studio. Avrà soldi e potere, purché riesca a vincere le cause più difficili e far assolvere i peggio criminali. Letteralmente l’avvocato del diavolo, perché il titolare dello studio si rivelerà essere Satana sulla terra. Con Al Pacino, Keanu Reeves e Charlize Theron, un horror fuori dal mucchio, dove si va a pescare nel serbatoio degli archetipi culturali e mitici dell’Occidente. Dirige il Taylor Hackford di ‘Ufficiale e gentiluomo’.
Bandolero!, Rai Movie, ore 21:10.
Vecchio western Usa, fors’anche decrepito ma con una sua allure da nobiltà decaduta, del 1968, quando ormai il nuovo western all’italiana aveva completamente ridisegnato il genere, e anche in America si facevano strada i rivoluzionari alla Peckinpah. Con un totem della Hollywood-com’era quale James Stewart, affiancato dall’esplosiva Raquel Welch e da Dean Martin e George Kennedy. Una banda di fuorilegge viene condannata all’impiccagione dopo una rapina a una banca: a salvarli interverrà il fratello del capo fattosi passare per il boia. Scapperanno tutti verso Sud con una ricca vedova in ostaggio. Con un qualcosa, una sorta di profezia involontaria nella sanguinolenta resa dei conti messicana, del Mucchio selvaggio peckinpahiano che di lì a poco arriverà.
U-Boot 96 di Wolfgang Petersen, la7, ore 21:15.
Un’occasione da Dio di Terry Jones, Italia 2, ore 21:20.
Regia di un ex Monty Python, per un film di ironie british con al centro il sempre amabile Simon Pegg: qui un everyman cui gli alieni invasori della terra danno la chance di realizzare ogni esiderio. Ma trattasi di un test, per vedere se gli umani meritano di essere distrutti o di sopravvivere. Guardabile.
Così è la vita, Italia 1, ore 21:29.
Uno dei primi Aldo-Giovanni-e-Giacomo-movie (anno 1998). Incassi stratosferici e irripetibili.
Il signore degli anelli – La compagnia dell’anello di Peter Jackson, canale 5, ore 21:43.
In un posto bellissimo di Giorgia Cecere, Rai 5, ore 22:19.
Lupin III – il film, Rai 4, ore 22:47.
Il live action di uno degli anime più famosi.
Un uomo, una città di Romolo Guerrieri, Cine34, ore 22:58.
Il fuoco della vendetta (Out of Furnace) di Scott Cooper, Paramount Network, ore 23:00.
The Departed – Il bene e il male di Martin Scorsese, canale 20, ore 23:13.
Tutto molto bello, Italia 1, ore 23:39.
L’esorcista – versione integrale di William Friedkin, Iris, ore 23:40.
Insomnia di Christopher Nolan, Rete 4, ore 0:46.
Cielo giallo di William A. Wellmann, Rai Movie, ore 0:50.
Western classico e di gran status del1949 con un cast meraviglioso: Richard Widmark, Anne baxter, Gregory Peck. Una banda di reduci dalla guerrra civile finisce in un villaggio fantasma chiamato Cielo giallo. Sarà lotta interna per accaparrarsi l’oro.
Probabilità zero di Maurizio Lucidi, Cine34, ore 0:51.
Tra i tanti generi del nostro cinema bis il bellico è forse il meno indagato, anche quello che gode di minore considerazione tra i critici, a parte qualche raro caso come Bastardi senza gloria. Eppure furono moltissimi i film che tra anni Sessanta e primi Ottanta andarono a rifare con budget più modesti e l’italiaca arte di arrangarsi i grandi modelli americani come Il giorno più lungo e Dove osano le aquile. Del 1969, Probabilità zero ci raccnta di un aereo alleato che cade nella Norvegia occuoata dai nazisti. E comimcerà l’odissea dei sopravvissuti èernon cadere nelle mani del nemico. Con Henry Silva. Dirige Maurizio Lucidi, che di lì  qualche anno girerà quello che è un mio personale culto, La vittima designata. La cui protaginista femminile, Katia Christine, compare già in qusto probabilità zero.
Paycheck di John Woo, Paramount Network, ore 1:00.
Un John Woo del 2003 tratto nientedimenoche da Philip K. Dick. Fantascienza, dunque, di ambizione alte, eppure il film fu accolto malissimo. Un ingegnere cui vengono rimossi i ricordi alla fine di un lavoro (molto Philip Dick) si ritrova non solo con la memoria svuotata, ma anche senza essere stato pagato da chi l’aveva ingaggiato (ma chi?). Così parte alla ricerca dei misteriosi datori di lavoro e saranno guai, ovviamente. Con Ben Affleck. Una Thurman, Aaron Eckhart e Paul Giamatti, insomma un gran bel cast. Da rivedere e rivalutare. John Woo è sempre John Woo.
Il proiezionista di Andrej Konchalovsky, Iris,, ore 1:51.
Vita dell’uomo che ogni sera proiettava film a Stalin, notoriamente un grande appassionato di cinema. La Storia vista da un punto di osservazine diverso, ‘basso’ e laterale. Un film del periodo americano di Andrej Konchalovsky con Tom ‘Amadeus’ Hulce.

Questa voce è stata pubblicata in attrici, cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.