Un film-capolavoro stasera in tv: IO LA CONOSCEVO BENE di Antonio Pietrangeli (domenica 3 maggio 2020)

Io la conoscevo bene di Antonio Pietrangeli (1965). Rai Storia, ore 21:15. Domenica 3 maggio 2020. Anche su RaiPlay.
E stanotte, alle 2:10 su Rete4, un altro film enorme di Antonio Pietrangeli, Adua e le compagne (anche in streaming Mediaset).
In my opinion, uno dei più bei film italiani di sempre. Capolavoro di Antonio Pietrangeli, commedia all’italiana che tradisce i propri codici e il proprio linguaggio e svolta in dramma sociale. Raramente s’è visto un film che dipinge con tanta fedeltà e crudeltà il sottobosco che ruota intorno al Grande Sogno del cinema. La sventurata Adriana, una Stefania Sandrelli meravigliosa che aderisce al personaggio fino a incorporarlo, è una delle tante ragazze venute dalla provincia con il sogno di sfondare a Cinecittà, e già prefigura con la sua ossessione di celebrità tutte le sciagurate a venire, le malate di grandi fratelli e uomini e donne, le aspiranti veline e isolane. Il sogno della fama che diventa incubo. Siamo nel 1965, appena prima del quarto d’ora warholiano di celebrità promesso a tutti, ma quella promessa già è nell’aria e la avvelena. Pietrangeli ha pietà per la sua inerme protagonista e non ne ha nessuna per gli alligatori che le girano intorno. Ugo Tognazzi (enorme, monumentale) che rifà il suo numero di avanspettacolo fino a collassare tra gli sghignazzi è una delle scene più feroci e insostenibili che io abbia mai visto. Adriana che, maschera in un cinema, si vede sputtanata sullo schermo in un cinegiornale Luce che mostra la sua goffaggine, è una scena che fa venire i brividi e fa piangere. Ascoltare Mina che canta la meravigliosa Addio di Piero Piccioni.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.