24 film stasera in tv (sabato 9 maggio 2020, tv in chiaro)

Terra e libertà

Broken City

Cliccare il link per la recensione di questo sito.

Tramonto (Dark Victory) di Edmund Goulding, Rete Capri, ore 21:00.
Risate di gioia di Mario Monicelli, Rai Storia, ore 21:10. Anche su RaiPlay e YouTube.
Matalo! di Cesare Canevari, Cine 34,ore 21:10.
Gli uomini preferiscono le bionde di Howard Hawks, Paramount Network, ore 21:10.
Formula per un delitto di Barbet Schroeder, Iris,ore 21:10.
Barbet Schroeder, uno dei padri (produttivi) della Nouvelle Vague e poi regista in proprio di molte cose importanti, è autore erratico, apolide, di difficile classificazione, sempre in transito tra le culture e tra i generi. Un suo film, anche il più mainstream, ha sempre nascossto tra le pieghe un che di differente, non allineato, perturbante. Questo Formula per un delitto, del suo lungo periodo americano, lo dimostra esemplarmente. Del 2002, ispirato a un lontano quanto agghiacciante caso di cronaca nera, ci racconta di due studenti che per sfida realizzano un delitto gratuito, senza alcuna ragione se non di provare al mondo di essere i grado di realizzare il delitto perfetto e di uscirne indenni. Ma se la dovranno vedere con una tosta detective. Attenzione, uno dei due assassini è Ryan Gosling, giovanissimo e quasi irriconoscibile (l’altro è Michael Pitt). La detective è Sandra Bullock. Un film che merita la visione e che presenta non poche affinità con Nodo alla gola di Hitchcock.
La caccia di Arthur Penn, la7, oe 21:15.
La nipote di Nello Rossati, Cielo,or 21:15.
Erotico del 1974 del non corrivo Nello Rossati, con il solito groviglio di vizi di famiglia e di provincia.
Drive di Nicolas Winding Refn, Rai 4, ore 21:20.
Agente 007: Mai dire mai di Irving Kreshner, Tv8, ore 21:30.
Broken City, Nove, ore 21:35.
Pochi dollari per Django di Leon Klimovsky, Cine 34, ore 22:49.
Django apocrifo – niente a che vedere con quello capostipite di Sergio Corbucci: trattasi solo di sfruttamento del marchio – del 1966 con Anthony Steffen e Frank Wolff. Produzione italo-iberica. Dirige lo spagnolo Leon Klimovsky, un habitué del cinema di genere nelle sue varie declinazioni (Enzo G. Castellari nella sua autobiografia Il bianco spara! non ne parla molto bene).
The Gallows – L’esecuzione, Italia 2, ore 22:51.
Me lo ricordo – correva l’anno 2015 – come un horror giovanilista un po’ sopra la media, non entusiasmante, del genere. In una scuola si sta preparando la recita di un dramma chiamato L’esecuzione (nell’originale più inquietantemente The Gallows, Le forche). Ma qualcuno colpisce nell’ombra, qualcuno muore. C’entra una precedente recita della stessa, maledettissima, pièce di molti anni prima. L’oscillazione tra la dimensione del reale e della messinscena conferisce un che di non così banale a un film per il resto di fattura qualunque.
Solo Dio perdona di Nicolas Winding Refn, Rai 4, ore 22:52.
Gangs of New York di Martin Scorsese, la5, ore 23:00.
Young Guns – Giovani pistole, Iris, ore 23:17.
Western anni Ottanta che da noi passò sotto silenzio, ma che negli Usa divenne un culto generazionale. Dove si racconta per l’ennesima volta la storia di Billy the Kid (e di Pat Garrett), rivista in chiave apertamente giovanilistica. Quasi un John Hughes-movie svoltato in western. Tant’è che il cast è pieno di ragazzi-star che poi avrebbero fatto strada, dai fratelli Emilio Estevez e Charlie Sheen a Kiefer Sutherland.
Blue Steel di Kathryn Bigelow,Rete 4, ore 23:29.
Quando le ragazze impugnarono la pistola. Mitologico film del 1989 in cui la più assertiva e meno sentimentalista delle donne registe, Kathryn Bigelow, mette in scena l’esemplare racconto di una poliziotta ingiustamente sospettata di omicidio e dunque costretta a provare a qualunque costo la propria innocenza. Ma quel che conta è che Jamie Lee Curtis impone, sotto la regia di Bigelow, l’icona di una donna armata e capace di colpire – anche se per legittima difesa, of course – come e meglio dei maschi. I rotocalchi femminili ci marciarono per mesi con inchieste vere e false. L’androgina Jamie Lee Curtis nel film della vita.
Apocalypto di Mel Gibson, Nove, ore 23:30.
Terra e libertà di Ken Loach, la7, ore 23:45.
Il negoziatore, Tv8, ore 23:45.
Pound of Flesh, Rai 4, ore 0:16.
Un Van Damme del 2015, con il nostro action man invecchiato ma sempre credibile quale cacciatore di una banda di turpi ladri di organi.
Il complotto di Chernobyl – The Russian Woodpecker (documentario), Focus tv (35 dtt), ore 0:41.
Il pescatore di sogni di Lasse Hallstrom, Iris, ore 1:02.
È difficile essere un dio di Aleksey German, Rai 3/Fuori orario, ore 2:10.
Don Jon di Joseph Gordon-Levitt, Rai2, ore 3:25.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.