24 film stasera in tv (giov. 4 giugno 2020, tv in chiaro)

‘Il prigioniero del terrore’ di Fritz Lang

‘La moglie dell’avvocato’ di Im Sang-soo

‘Bekas’ di Karzan Kader

Cliccare il link per la recensione di questo sito. Alcune si riferiscono a precedenti messe in onda o all’uscita del film in sala.

Opera senza autore di Florian Henckel von Donnersmarck, Rai 3, ore 20:45.
Il prigioniero del terrore di Fritz Lang, Rete Capri, ore 21:00.
Uno dei Lang made in Usa, stavolta tratto da Graham Greene, ovvviamente una storia di doppiezze e spie. Mondi che si direbbero inconciliabili, quelli del gran tedesco emigrato a Hollywood e del romanziere inglese. Ovvio che Lang addensi ombre e ambiguità espressioniste e trasformi i dilemmi morali di Greene in suspense narrativa. Un uomo qualunque viene coinvolto senza che quasi se ne accorga in un intricato gioco di spie, mentre su Londra arrivano i bombardieri tedeschi a fare massacri. Tutto è sfuggente, la linea tra bene e male viene facilmente varcata, come quella tra (presunti) amici e (presunti) nemici. Del 1944. Da riscoprire: ogni Lang è visione obbligatoria. Con Ray Milland.
Una sull’altra di Lucio Fulci, Cine34, ore 21:10.
The Lincoln Lawyer con Matthew McConaughey, Rai Movie, ore 21:10.
Come farsi lasciare in 10 giorni con Matthew McConaughey, Paramount Network, ore 21:10.
C’è stato un tempo in cui Matthew McConaughey non teneva i pettorali ipertrofici, non puntava all’Oscar, non girava film arrischiati con registi come Harmony Korine. C’era un tempo in cui MMC era il reuccio della rom-com brillante e un filo scema. Si era tra fine anni Novanta e primi Duemila e a quel periodo rosa del nostro appartiene Come farsi lasciare in 10 giorni. Dunque, lei (Kate Hudson) per scrivere un pezzo per il femminile in cui lavora deve scndere sul campo e farsi lasciare da un uomo in dieci giorno, lui (Matthew) invece deve, pure per motivi professionali suoi, dimostrare di saper fare innamorare una donna in dieci giorni. Il caso li farà incontrare. Ognuno ha il suo obiettivo, esattamente opposto a quello dell’altro. Chi ne uscirà vincitore? Matthew McConaughey è sopravvissuto al suo periodo rosa, ma Kate Hudson che fine ha fatto?
Dante’s Peak – La furia della montagna di Roger Donaldson, Iris, ore 21.11.
Lo smoking con Jackie Chan, canale 20, ore, 21.14.
Jackie Chan movie, strettamente riservato ai suoi cultori. Un autista si impossessa dello smoking del suo padrone e, per via dell’eleganza (insomma), viene scambiato per una specie di James Bond. Mah.
Escape Plan 2 – Ritorno all’inferno, Rai 2, ore 21:20.
Il primo non era così male, con uno Stallone che ce la faceva a evadere da un carcere superblindato con l’aiuto di Schwarzenegger. In questo non così necessario sequel scompare Schwarzie (al suo posto un Mister Muscolo più fresco come Dave Bautista), ma resta Sly. Che stavolta, da fuori, dovrà far uscire un ragazzo del suo team finito in una struttura hi-tech di massima sorveglianza.
10.000 A.C. di Roland Emmerich, Italia 2, ore 21:20.
Fantastico-epico-eroico ambientato in un preistoria assai improbabile con popoli oppressi, condottieri chiamati al riscatto, amori tribolati, attacchi di giganteschi animali. Una sorta di neo-Conan messo spudoratamente in scena con la solita rude visionarietà da Roland Emmerich, regista dichiaratamente gay spesso votato a film d’azione assai muscolari: apparente contraddizione che rende lui e il suo cinema quantomeno anomali e degni di uno sguardo attento. Naturalmente stroncatissimo sempre. E però guardare Emmerich, prima che parta il solito quanto tardivo recupero critico.
Bekas – In viaggio per la felicità di Karzan Kader, Tv2000, ore 21:20.
Non capita tutti i giorni di traivare in tv il film di un autore curdo. O, come è il caso del regista di questo film Karzan Kader, di famiglia curda rifugiatasi a suo tempo in Svezia. Bekas, ovvero orfani: tali sono due fratelli bambini rimasti senza genitori dopo i violenti attacchi di Saddam Hussein alla minoranza curda irakena. Dopo aver visto una scena di Superman, decidono di partire per l’America e di chiedere a lui, che tutto può, di aiutarli a risolvere i loro problemi. Il film, oscillante tra il fiabesco e il no-neorealistico, è la storia del loro viaggio. Con dentro qualche eco autobiografica di Karzan Kader.
Man of Fire – Il fuoco della vendetta di Tony Scot, Nove, ore 21:25.
Una doppia verità, Spike, ore 21:30.
Un ragazzino è accusato di aver ucciso il padre. Un enigmatico avvocato amico di lunga data della vittima accetta di difenderlo: crede nella sua innocenza, benché il ragazzo sia reo confesso. Tesissimo e classicissimo courtroom movie con qualche affinità con il memorabile La parola ai giurati. Con Keanu Reeves e Renée Zellweger.
Il cosmo sul comò, Italia 1, ore 23:30.
Solo per gli affezionati di Aldo, Giovanni e Giacomo, si astengano gli altri.
Killing Season, Rai 2, ore 23:00.
Flop clamoroso, questo film dei primi anni Dieci che raduna due (ex?) star come Robert De Niro e John Travolta. Peccato, perché l’innesco narrativo di Killing Season è tutt0’altro che banale. Un veterano dell’esercito Usa cui è toccato di combattere nelle forze Nato in Bosnia, e ormai ritiratosi sugli Appalachi, incontra quello che si spaccia per un turista europeo. E che è in realtà un serbo che ha dei conti pesantissimi da regolare con lui. Tutto, ovvio, risale alla Bosnia, a un massacro di musulmani perpetrato dai serbi. E parte la vendetta.
La moglie dell’avvocato di Im Sang-soo, Cielo, ore 23:00.
Ieri Thierry Frémaux, delegato generale del festival di Cannes, ha annunciato parte dei titoli che erano stati scelti e programmati per l’edizione numero 73. poi saltata per Covid-19. Titoli a cui è stato appiccato adesso una specie di bollino di garanzia cannense che ne certificherà, quando usciranno in sala o in altri festival, la regale appartenenza alla rassegna cinematografica più importante del mondo. Iniziativa di cui molto si sta discutendo. Ecco, tra gli oltre cinquanta titoli snocciolati da Frémaux anche Heaven: to the Land of Happiness del sudcoreano Im Sang-soo (da non confondere con il quasi omonimo e più celebre Hong Sangsoo) di cui certo casualmente va in onda proprio stasera questo La moglie dell’avvocato del 2003. Un film con dentro già parecchio dei temi e delle ossessioni di Im Sang-soo, come la centralità dell’erotismo, forza incoercibile in grado di svellere ordini familiari e vite regolate. Una donna scopre che il marito la tradisce e si butta, per vendetta, per orgoglio, per ansia di riscatto, nel letto di un vicino di casa molto più giovane di lei.
Che fine hanno fatto i Morgan?, Tv8, ore 23:05.
Parkland di Peter Landesman, Rai Movie, ore 23:10.
Il macellaio di Aurelio Grimaldi, Cine34, ore 23:10.
Codice Magnum di John irvin, Iris, ore 23:13.
La leggenda di Al, John & Jack, Italia 1, ore 23:40.
Il secondo Aldo-Giovanni-e-Giacomo della serata.
Senza buccia di Marcello Aliprandi, Rai Movie, ore 0:45.
Film fine Settanta di amori balneari e corpi al sole che segna l’incursione di un regista come Marcello Aliprandi, partito con ambizioni di impegno (Corruzione al palazzo di giustizia), nell’erotico per quanto soffice e beneducato. Oltre alla meravigliosa Olga Karlatos, nel cast nomi di culto dei nostri sex movies come Lilli Carati e Ilona Staller.
Satanik di Piero Vivarelli, Cine34, ore 0:45.
Messa in cinema del fumetto in quegli anni Sessanta alquanto scandaloso di Magnus & Bunker. Protagonista una bella-e-crudele, in realtà un’orrida vecchia strega ringiovanita grazie a un fluido miracoloso. Ma la ragione vera per dargli oggi un’occghiata è il nome alla regia: Piero Vivarelli, avventuroso signore del cinema bis in grado di passare dai musicarelli all’erotico-esotico di Il dio serpente.
The Legend of Zorro di Martin Campbell, Iris, ore 1:10.
Sequel di quel La maschera di Zorro che trasformò Antonio Banderas in una star di Hollywood. Stesso regista (Martin Campbell), stessa belissima (Catherine Zeta-Jones), ma non c’è più Anthony Hopkins. Cameo del glorioso Pedro Armendariz. Ma il risultato al box office non è stato all’altezza del primo.
Training Day di Antoine Fuqua, Italia 1, ore 1:41.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.