15 FILM stasera in tv (martedì 29 settembre 2020)

The War – Il pianeta delle scimmie

I magnifici sette (il remake)

Sin City – Una donna per cui uccidere

Cliccare il link per la recensione di questo sito.

Beverly Hills Cop II di Tony Scott, Italia 2, ore 21:10.
Torna il detective survoltato e sboccato di Eddie Murphy, uno dei personaggi che hanno marchiato il cinema popolare anni Ottanta. Tony Scott subentra alla regia a Martin Brest.
Tre manifesti a Ebbing, Missouri di Martin McDonagh, Rai Movie, ore 21:10.
Chéri di Stephen Frears, Rai 5, ore 21:15
Nella tana dei lupi di Christian Gudegast, Rai 4, ore 21:20.
I magnifici sette (il remake) di Antoine Fuqua, Nove, ore 21:25.
The War – Il pianeta delle scimmie di Matt Reeves, Italia 1, ore 21:30.
Terza puntata del reboot del mitologico Pianeta delle Scimmie anni Sessanta, operazione fin troppo fine e satura di sottotesti e allusioni al nostro oggi per conquistare davvero le platee globali che non tengono e non vogliono pensieri. Difatti successo, ma assai inferiore alle varie spacconate in serie tipo Avengers e Guardiani della galassia. Cesare, scimmia evoluta e superintelligente, si trova a capeggiare la resistenza del suo popolo a un esercito di umani (americani) guidati da un colonnello invasato. Morale animalista, ovvio: le bestie peggiori siamo noi, mica loro. Vabbè. Il film ha una sua nobiltà, pur nell’inevitabile grandeur da blockbuster annunciato. E Andy Serkis quale scimpanzè è sublime. Con Woody Harrelson.
Posta grossa a Dodge City, Iris, ore 22:50.
Nonostantela forma da classico western, una commedia di caratteri intorno a un tavolo da gioco, tra inganni, mosse e contromesse, astuzie, alleanze e tradimenti. In una grande sfida a poker dove tutti si giocano molto, un signore ppena appordato nel pericololso West sviene dopo aver puntato l’intero suo patrimonio. Si siederà al posto suo l’apparentemente ingenua moglie. Provate a indovinare come andrà a finire. Del 1966. La grandissima coppia Henry Fonda-Joanne Woodward da sola merita la visione.
Il signore degli anelli – Le due torri di Peter Jackson, Italia 2, ore 23:10.
Godzilla di Roland Emmerich, Paramount Network, ore 23:10.
Il tedesco Emmerich émigré a Hollywood è il primo, con il suo senso rude dello spettacolo, a intuire come il re di tutti i cinemostri, il giapponese Godzilla, possa essere riesumato e riproposto in un prodotto tutto-americano e farsi simbolo di nuove paure, nuovi incubi, stavolta dell’Occidente. Molto si prende dagli originali e dunque, siamo a metà anni Novanta, ecco che qualcosa come mei fondativi film del genere si ridesta negli abissi marini per via degli esperimenti nucleari voluti da Chirac nella sua Polinesia francese. Seguirà l’assalto a Manhattan di piccoli grandi mostri emersi da uova disseminate nella metropolitana. Feroci critiche e incassi strastosferici, come quasi sempre per Emmerich.
Broken City di Allen Hughes, Rai Movie, ore 23:10.
Lo sguardo dell’altro di Vicente Aranda, Cielo, ore 23:10.
Guardians di Sarik Andreasyan, canale 20, ore 23:20.
Fa niente se è un B-movie, fors’anche di serie Z. Per chi ha un approccio al cinema diciamo anntropologico e non critico, e nemmeno da spettatore in cerca del bello spettacolo, questo può essere una visione assai interessante e rivelatrice. Un supereroistico del 2017, però di produzione russa. Ove si racconta improbabilmente di un progetto sovietico ai tempi della Guerra fredda chiamato Patriot: obiettivo, creare degli umani potenziati per combattere misteriose minacce aliene. Naturalmente stroncatissimo, figuriamoci. Ma per chi cerca nel cinema popolare bello o bruttissimo che sia i segni e i segnali di un mondo, di una cultura, di una nazione, di una sensibilità collettiva, questo Guardians può rivelarsi assai utile.
Shooter di Antoine Fuqua, Spike, ore 23:30.
Un film di Fuqua, regista muscolare e visionario con un senso barocco della messinscena, non è mai da trascurare. Shooter – anno 2007 – è uno spy-action con al centro un tiratore scelto che, dopo aver lasciato l’esercito, trna in campo per sventare un atentato al Presidente. Ma le cose si riveleranno assai più complicate e oscure. Con Mark Wahlberg.
Sin City – Una donna per cui uccidere di Frank Miller e Robert Rodriguez, Italia 1, ore 0:20.
Sequel meno fortunato di Sin City, sempre con Frank Miller coregista (qui al suo fianco non c’è più Zack Snyder ma Robert Rodrigiez). Estetica ovviamente da graphic novel, per quatro storie: due delle quali originali, le altre tratte dal lavoro visual-cartaceo di Miller. Cast impressionante: Josh Brolin, Jessica Alba, Bruce Willis, Eva Green, Joseph Gordon-Levitt, Mickey Rourke, perfino Lady Gaga (correva l’anno 2014).
Non ho sonno di Dario Argento, Cine34, ore 0:40.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.