18 FILM stasera in tv (sabato 10 aprile 2021)

Cosmopolis

Truth – Il prezzo della verità

Cliccare il link per la recensione di questo sito.

I nuovi mostri di Scola, Risi, Monicelli, Rai Storia, ore 21:10. Anche su RaiPlay.
Del 1977, e dunque quindici anni dopo I mostri, semplicemente uno dei vertici del nostro cinema di cui si tenta una riedizione e un aggiornamento sempre con Age e Scarpelli alla sceneggiatura, affiancati però stavolta da Bernardino Zapponi e Ruggero Maccari. E a Dino Risi si aggiungono alla regia rispetto all’originale Mario Monicelli e Ettore Scola, mentre alla coppia mattatoriale Tognazzi-Gassman si unisce Alberto Sordi. L’intento è sempre quello, sbeffeggiare e mettere a nudo le aberrazioni dell’Italia dei potenti e della plebe. Non si raggiungono i risultati di allora, ma il film, perfido e cinico al punto giusto, vale la visione per qualche episodio meglio riuscito, come il mitico L’uccellino della Val Padana (con il mostro Ugo Tognazzi ignobile sfruttatore delle doti canterine di una signorina interpretata da Orietta Berti. Culto!).
Ipotesi di complotto di Richard Donner, Iris, ore 21:10.
Il titolo originale, Conspiracy Theory, è molto più chiaro di quello italiano, confusissimo. Film del lontano 1997 con protagonista un tassista newyorkese che vede complotti dappertutto: un paranoico molto in anticipo sui tempi, anzi profetico. Purtroppo Ipotesi di complotto, diretto dal Richard Donner di Ladyhawke e Il presagio, poi imbocca le prevedibili strade di una qualsiasi crime e spy, mettendo il suo protagonista al centro di un intrigo di CIA e altri serviziacci più o meno segreti, più o meno deviati. Peccato, poteva essere un nuovo Taxi Driver. Con Mel Gbson e Julia Roberts.
Matrix Reloaded delle sorelle Wachowski, canale 20, ore 21:11.
Oggi a me… domani a te di Tonino Cervi, Cine34, ore 21:14.
Revenge movie in forma di italian western diretto nel 1968 da Tonino Cervi e, attenzione, scritto da Dario Argento. Bill Kiowa esce dalla galera e organizza, ingaggiando gente abile di mani e pistola, la caccia al lurido che gli ha ammazzato la moglie. Marco Giusti nel suo Stracult ne scrive benissimo.
La nipote di Nello Rossati, Cielo, ore 21:20.
Erotico del 1974 del non corrivo Nello Rossati, con il solito groviglio di vizi di famiglia e di provincia. In una villa veneta (siamo negli anni Cinquanta) abitata da debosciati irrimediabilmente destinati alla decadenza arriva una ragazza, nipote della governante. Diventerà a sua volta cameriera, sedurrà tutti i maschi di casa, metterà le mani sul patrimonio. Sesso come lotta di classe e rovesciamento dei rapporti di potere, secondo lo Zeitgeist di allora. E, come nell’archetipico Malizia di Samperi dell’anno precedente, si mettono in scena in interni soffocanti e sudati amori ancillari e altri peccati. Ma in La nipote c’è anche l’eco delle irresistibili ascese tramite lenzuola di tante serve padrone della nostra e altrui storia, dalla Mirandolina di Goldoni alla Céléstine del Diario di una cameriera.
Il mio piccolo genio di Jodie Foster, Tv2000ore 21:28.
sordio alla regia, abbastanza riuscito, di Jodie Foster. Tratta, e gli accenni autobiografici non mancano, di bambini prodigio e talento precoce.
Oleandro bianco di di Peter Kosminsky, Rai Movie, ore 21:30.
Ricordo che il libro, si era mi pare negli anni Novanta, fu un gran successo anche in Italia, prontamente adottato da ogni signora bon ton non disgiunta da un qualche impegno politico e profemminile. Oggi chi se lo fila più? Il film che ne fu presto tratto, benché con un star come Michelle Pfeiffer e una Renée Zellweger già in ascesa, fu un mezzo flop. Storia indignata e larmoyante, puro feuilleton ottocentesco reloaded, di una ragazza che passa da un affido all’altro con diavventure tremende tra Sade e Dickens. A lasciarla sola e in balìa degli eventi e di tanta mala gente è stata la madre, incarcerata dopo aver ucciso l’amante con un veleno ricavato dall’oleandro bianco. E già questo.
Operazione Sottoveste di Blake Edwards, la7d, ore 21:30.
Destini incrociati di Sydney Pollack, Tv8, ore 21:35.
Rom-com con qualche implicazione politica girata dal grande Sydney Pollack nel 1999 e rivelatosi uno dei flop della sua altalenante carriera. Un poliziotto e una candidata repubblicana al Congresso soprono che i rispettivi coniugi, morti in un disastro areo, erano amanti. Cercando di chiarire i molti misteri irrisolti della storia cominceranno a conoscersi, e a innamorarsi. Con Harrison Ford e Kristin Scott-Thomas. Più che vedibile: un film di Pollack non è mai insignificante.
Keoma di Enzo G. Castellari, Cine34, ore 22:59.
Devil’s Knot – Fino a prova contraria di Atom Egoyan, Rai Movie, ore 23:05.
Duplicity di Tony Gilroy, Iris, ore 23:31.
Indiana Jones e il Regno del Teschio di Cristallo di Steven Spielberg, Paramount Network, ore 23:45.
Il quarto della serie, e il peggiore. Arrivato a distanza di diciannove anni dall’episodio numero tre, mostra un Harrison Ford visibilmente fuori parte e invecchiato. E la programmata staffetta con il giovane Shia LaBeouf non sortisce l’effetto sperato. Si tratta di dare la caccia a un prezioso teschio che sembra quello massimamente kitsch tenpestato di pietre e dimanti di Damien Hirst. C’è anche Cate Blanchett.
2 cavalieri a Londra, canale 20, ore 23:45.
Dopo i buonissimi incassi wolrdwide di Pallottole cinesi torna la strana coppia est-ovest Jackie Chan-Owen Wilson. Ci si muove a fine Ottocento tra Città proibita e Londra, coinvolgendo nel plot un discolo di nome Charlie Chaplin, Arthur Conan Doyle, la regina Vittoria e l’immancabile Jack lo Squartatore.
Truth –  Il prezzo della verità di James Vanderbilt Rai Movie, ore 1:00.
Il prossimo uomo di Richard C. Sarafian, Rai 3/Fuori orario, ore 1:30. Da domani su RaiPlay (verificare).
Angelica e il Gran Sultano di Bernard Borderie, Iris, ore 1:43.
Scusate, ma io adoro Angelica e le sue avventure di qua e di là del Mediterraneo tra la Versailles di Luigi XIV, i peggiori pirati del Nordafrica e gli harem maomettani. Una saga che restituisce tutto il sapore di quegli anni tra Cinquanta e Sessanta in cui i coniugi Golon inventarono in romanzo il personaggio di Angelica e Bernard Borderie lo traspose in cinema. Anni in cui erano ancora consentiti ingenui ma avvincenti  feuilleton come questi, poi sarebbe arrivata la rupture sessantottina con la sua carica ideologica e tutto sarebbe cambiato. Questo quinto capitolo è l’ultimo della serie. Angelica, la sempre sexy e bionda Michèle Mercier, finisce nell’harem del re del Marocco, in una delle sue tante avventure e disavventure in terre arabe. Ci penserà il solito e sempre innamorato Robert Hossein a salvarla. Interessante dargli un’occhiata per vedere come allora si dipingesse il mondo islamico, ancora scrigno di esotiche pur se insidiose fascinazioni. Uscì nei cinema francesi nell’agosto del 1968, ma il pubblico ormai smagato e ideologizzato non lo accettò. Non ci sarebbe più stato un altro capitolo della saga.
Cosmopolis di David Cronenberg, Rai 3/Fuori orario, ore 3:30. Anche su RaiPlay.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.