13 FILM stasera in tv – domenica 1 agosto 2021

‘Odissea nuda’ di Franco Rossi

‘Gli amori di Astrea e Céladon’ di Eric Rohmer

Cliccare per la recensione.

I mostri di Dino Risi, Cine 34, ore 21:04.
Ida di Pawel Pawlikowski, Rai Storia, ore 21:10.
Split di M. Night Shyamalan, canale 20, ore 21:12.
The New World di Terrence Malick, Iris, ore 21:14.
L’età dell’innocenza di Martin Scorsese, la7, ore 21:15.
La famiglia Bélier di Eric Lartigau, Rai 5, ore 23:02. Anche su RaiPlay.
Kill Bill Volume 2 di Quentin Tarantino, Paramount Network, ore 23:20.
Il Tigre di Dino Risi, Cine 34, ore 23:42.
Uno dei molti titoli dello storico sodalizio Dino Risi-Vittorio Gassman. Eppure, nonostante
i molti talenti riuniti, compresi i mitologici Age & Scarpelli alla sceneggiatura, il risultato non è alle altitudini dei capolavorissimi risi-gassmaniani come Il sorpasso e I mostri. Però il pubblico rispose bene a questa storia, classicissima, di un quarantenne che perde la testa per una compagna di scuola del figlio. Finale con arrangiamento e ipocrisia assai piccoloborghesi-italiani (e però stavolta gli strali satirici degli autori, pur evidenti, non fanno molto male). Con Ann Margret e Eleanor Parker. Famosa la scena di Ann Margret che si fotografa a seno nudo in un box di istantanee.
Vacanze romane di William Wyler, Iris, ore 0:08.
Chicago di Rob Marshall, la7, ore 0:15.
Kiss Kiss Bang Bang di Shane Black, Rai 4, ore 0:38.
Odissea nuda di Franco Rossi, Rete 4, ore 1:47.
Alienazioni e spaesamenti borghesi à la Antonioni (e alla Moravia), però stavolta a Tahiti, dunque sulle tracce di Gauguin, in questo leggendario e assai raro film di Franco Rossi del 1961 che allora fu un gran successo arthouse. Sì, il Franco Rossi del capolavorissimo televisivo Odissea. Con l’intellettuale romano Enrico Maria Salerno nei Mari del sud in cerca di ispirazione per un film, ma in fondo, più per puro escapismo, per noia e rigetto della civilizzazione d’Occidente, per voglia di sprofondare e perdersi in una natura supposta pura, innocente, liberatrice. Il che vorrà dire anche moltiplicare erotismi con ragazze locali, in un equivico esotismo-orientalismo oggi difficilmente sopportabile. Naturalmente, trattandosi di tormenti di intellettuale, arriveranno lo scacco, la disillusione. Ci sono già, beechè in versione alta e autoriale, tutti gli elementi che di lì a qualche anno daranlo vita con Bora Bora e simili al genere “sesso esotico”.
Gli amori di Astrea e Céladon di Eric Rohmer, Rai 3, ore 1:55. Anche su RaiPlay.
Pastorellerie di un tardo Rohmer (tratto da un testo del Seicento ambientato in una fintissima Gallia druidica) che i più trovarono stucchevole e invece incantevole, rohmerismo in purezza. Un film che nelle mani di qualunque altro autore si sarebbe trasformato in epocale disastro e che lui traduce in un riepilogo del proprio cinema, delle proprie ossessioni, in un manifesto di libertà autoriale. Impossibile non amarlo alla follia.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.