24 FILM stasera in tv (sabato 7 agosto 2021)

Io Rom romantica

Gomorra – New Edition

Il pranzo della domenica

Cliccare per la recensione di questo sito.

L’ombrellone di Dino Risi, Rai Storia, ore 21:10. Anche su RaiPlay.
La principessa Sissi di Ernst Marischka, Rai Movie, ore 21:10. Anche su RaiPlay.
Passa Sartana… è l’ombra della tua morte di Demofilo Fidani, Cine 34, ore 21:13.
Sartana apocrifo, secondo la pratica assai diffusa nel vasto territorio del western all’italiana basso quando si trattava di sfruttare un nome e un marchio di successo sul mercato. Pare anzi che il regista Fidani di falsiS artana ne abbia girato ben quattro. Film questo, ha rivelato il regista, realizzato per disperazione con un pugno di lire, senza attori di richiamo, solo con ribaldi stuntmen di Cinecittà ribattezzati con i soliti nomi fintoamericani. Incassò benissimo. Esempio da manuale della meravigliosa arte di arrangiarsi del nostro cinema bis.
L’infermiera di Nello Rossati, Cielo, ore 21:15.
In superificie, un eroticarello anni Settanta. Solo che il regista Nello Rossati usa il genere per raccontare il trionfo di una scaltra donna su un branco di maschi  soggiogati dal suo sex appeal. Per tessere un racconto di supremazia femminile. Siamo dalle parti della Locandiera goldoniana, rivisitata alla luce delle sporcaccionate di quella decade e di quel cinema bis. Ursula Andress – è lei l’infermiera – viene chiamata a prendersi cura un industriale colpito da infarto, ma che si ostina a vivere. Il piano degli eredi è che lei lo stronchi con le sua arti amatorie, onde mettere le mani sul patrimonio. Ma non andrà precisamente così.
Il signore della morte di Rock Rosenthal, Mediaset Italia 2, ore 21:16.
Il sequel di Halloween (l’originale, si intende), purtroppo senza più John Carpenter dietro la mdp – Rick Rosenthal non è certo allo stesso livello -, e che però co-firma la sceneggiatura lasciando di sul film il suo marchio di garanzia. Torna, ovvio, anche il killer Mike Myers, di nuovo alla caccia di Laurie Strode, sempre interpretata dalla Jamie Lee Curtis prossimamente premiata a Venezia con un Leone alla carrieta (dite voi se e quanto meritato; io dico di no. Con tutto il rispetto per la signore, intendiamoci). Con il grande Donald Pleasance.
Book Club – Tutto può succedere, Rai 3, ore 21:20.
Quattro amiche over 60 si imbattono in Cinquanta sfumatire di grigio, inteso come libro, e qualcosa nella loro vita cambierà, a voi immaginare come. Con la regina indscussa della commedia femminile agée, Diane Keaton, cui si affiancano le altrettanto gloriose Jane Fonda, Mary Steenburgen e Candice Bergen. A far da controparte maschile alle agguerrite signore ci sono Richard Dreyfuss (ma dov’era finito?), Andy Garcia e il sempre piacente Don Johnson.
Gomorra – New Edition di Matteo Garrone, Rai 4, ore 21:20.
Jurassic Park. Il mondo perduto di Steven Spielberg, Italia 1, ore 21:21.
Jurassic Park parte seconda: ritorno ai dinosauri. Un classico del cinema pop(olare). Con Jeff Goldblum e Julianne Moore. Sempre con Spielberg alla mdp, una garanzia.
Io Rom romantica di Laura Halilovic, Tv 2000, ore 21:27.
Un film dall’interno della comunità Rom italiana, e già questo rende il film qualcosa di speciale, di non omologato. Gioia, una diciottenne malsopportata in famiglia e dagli altri Rom perché non ancora maritata, e per niente desiderosa di accasarsi come invece vorrebbero le regole ferree del suo mondo di appartenenza. Con il pessimo risultato di essere malvista dalla sua gente e non accettata all’esterno in quanto Rom. Sarà l’incontro con il cinema a offrirle una via di fuga che sarà anche autoaffermazione. Certo, lo schema resta quello, immarcescibile e stravisto, di un’emancipazione femminile in un difficile contesto maschiocentrico-tadizionalista. Ma lo sguardo di una Rom sui Rom rende il film meritevole di una visione.
Dirty Dancing di Emile Ardolino, Paramount Network, ore 22:55.
Reverendo Colt di Leon Klimovsky, Cine 34, ore 22:58.
Western diretto dall’argentino Leon Klimovsky, che molto fu attivo negli anni Sessanta nelle coproduzioni di genere tra la Spagna e l’Italia (di lui parla, se ricordo bene, Enzo G. Castellari in Il bianco spara!). Il reverendo del titolo è un pistolero che, dopo aver causato la morte di un bambino, si pente e cerca di redimersi indossando la tonaca. Ma il richiamo del mondo di prima si farà sentire. Con Guy Madison e Ruchard Harrison.
Padrona del suo destino, Rai Movie, ore 23:00.
The Raven di Jeremy McTeigue, Mediaset Italia 2, ore 23:09.
The Grey, Tv8, ore 23:10.
Non disprezzabile survival tra i ghiacci con protagonista quel brav’uomo di Liam Neeson, qui nel ruolo che gli si attaglia alla perfezione dell’eroe qualunque. Precipita un aereo con a bordo un gruppo di tecnici e operai di un non lontano campo di estrazione petrolifera in Alaska. Sopravvivono in otto, e incomincia per loro l’odissea per raggiungere un posto sicuro e non soccombere. Ma saranno molti gli ostacoli e le minacce, in primis quella rappresentata dai famelici lupi signori della zona. A guidare la spedizione ovviamente Liam Neeson.
L’ultimo appello di James Foley, Iris, ore 23:20.
Grisham-movie del 1996 intorno a un condannato alla camera a gas per aver ucciso, lui del Ku Klux Klan, due bambini in un attentato contro il padre militante dei diritti civili. Il nipote avvocato cercherà di salvarlo, convinto com’è della sua innocenza e che dietro ai fatti si nasconda un’altra verità. Con Gene Hackman (ma quanti film ha fatto?, un gigante), Chris O’Donnell e Faye Dunaway. Poco visto.
Basilicata Coast to Coast di Rocco Papaleo, Canale 5, ore 23:35.
Il bambino e la befana dei Manetti Bros, Rai 4, ore 23:39. Anche su RaiPlay.
Film girato dai Manetti nel 2006 per la serie Crimini varata da mamma Rai. Mentre a Piazza Navona ci si prepara nella consueta confusione a festeggiare l’epifania, un bambino viene rapito. Sarà solo l’inizio di una serie di twist e colpi di scena che sveleranno qualcosa della Roma più nascosta e rimossa.
Jurassic Park III di Joe Johnston, Italia 1, ore 23:55.
Il terzo capitolo della dino-saga Spielberg si tiene il ruolo di prioduttore e lascia la regia all’allievo Joe Johnston, che punta sull’acion puro senza preoccuparsi troppo delle spieghe pseudoscientifiche.
Toglimi un dubbio di Carine Tardieu, Rai 1, ore 0:05.
Quando le donne avevano la coda di Pasquale Festa Campanile, Cine 34, ore 0:44.
Incredibile film del 1970 che aprì nel nostro cinema il filone, non nutritissimo ma redditizio, del preistorico-erotico, uomini della caverne alla scoperta delle donne e di quello che può succedere con loro. Leggenda vuole che l’idea sia stata nientedimeno che di Umberto Eco (Wikipedia, senza porsi troppe domande, lo credita quale autore del soggetto), del resto era il tempo dei suoi flirt con la cultura di massa, si pensi al contributo dato in termini di consulenza al Fantozzi letterario di Paolo Villaggio. Qui torme di maschi e femmine desnudi e inselvatichiti, tra cacce e libagioni intorno al fuoco e ovviamente copule selvagge (ma era già allora guerra dei sessi). Con Giuliano Gemma, Senta Berger, Frank Wolf, Lando Buzzanca,
Il pranzo della domenica di Carlo Vanzina, Rai Movie, ore 0:55. Anche su RaiPlay.
Considerato il vertice della fase matura dei Vanzina Bros. (il film è del 2002). La matriarca Franca Malorni, rimasta vedova (una Giovanna Ralli clamorosa), chiama ogni domenica ad attovagliarsi intorno a lei le tre figlie e i rispettivi mariti e eventuali pargoli. Quando avrà un incidente – classica rottura di femore – e verrà ricoverata, emergeranno pure le fratture interne al fronte familiare fino a quel momento accuratamente nascoste sotto la maschera dell’ipocrisia. La Roma dei Vanzina in un interno. Con Massimo Ghini, Rocco Papaleo, Barbara De Rossi, Galatea Ranzi.
The Colony, Tv8, ore 1:05.
Fanta-distopico made in Usa del 2013 ambientato in un futuro non così lontana, in una terra resa inabitabile da un’improvvisa glaciazione (come nello Snowpiercer di Bong Joon-ho, in onda proprio stasera su Rai 4 e infinitamente migliore di questo). Si vaga tra i ghiacci da colonia a colonia – così si chiamano gli insediamenti umani soravvissuti alla catastrofe climatica -, mentre il film svolta progressivamente in horror sottogenere canibalico. Psrché il rosso del sangue sul candore della neve viene sempre benissimo su grande schermo, come già ci aveva mostrato La cosa di John Carpenter. Con Laurence Fishburne e Bill Paxton.
Sfida all’O.K. Corral di John Sturges, la7, ore 1:05.
Una storia portata infinite volte al cinema, quella di Wyatt Earp e di Doc Halliday, amici e poi alleati contro la potente e carognesca famiglia dei Clanton. Fino all’epica sfida finale. che lascerà parecchie vittime sul terreno Uno degli eventi che hanno fatto grande il West e la sua leggenda. Ci sarà negli anni Ottanta un’ambiziosissma – quanto catastrofica al box office – versione di Lawrence Kasdan, ma il classico resta questo film del 1957 diretto da John Sturges con la gran coppia Burt Lancaster-Kirk Douglas. Script di Leon Uris, l’autore di Exodus, il libro che avrebbe generato l’epico film di Otto Preminger. Da (ri)vedere.
Se c’è un aldilà sono fottuto. Vita e cinema di Claudio Caligari, un docu di Simone Isola e Fausto Trombetta, Rai 3, ore 1:30.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.