Film da non perdere stasera in tv: CI TROVIAMO IN GALLERIA di Mauro Bolognini (giovedì 12 agosto 2021)

Ci troviamo in galleria di Mauro Bolognini, Tv 2000, ore 20:55. Giovedì 12 agosto 2021.
Solo per amanti senza pregiudizi del cinema, per esploratori di schermi dimenticati, per archeologi di filmografie sepolte. Ci troviamo in galleria, anno 1953, è l’esordio di mestiere di Mauro Bolognini, che sarà poi tra anni Sessanta e Settanta uno dei nomi di riferimento del nostro cinema autoriale non disgiunto dall’appeal popolare. E già questo basterebbe a giustificarne la visione. Ma questo film riesumato stasera da Tv 2000 merita la nostra attenzione anche per come va a indagare e raccontare il mondo laterale dell’avanspettacolo, della rivista per dirla più nobilmente, per l’Italia minima che la popola e ci si riflette. Oltre per i meravigliosi attori – allora li si diceva caratteristi – chiamati a coprire ruoli maggiori e minori. Allora: Gardenio, e già il nome evoca un tempo perduto, comico dell’avanspettacolo ora in inarrestabile declino, icnontra sulla sua strada una formidabile quanto sconosciuta cantante di nome Caterina. Che sposa e impone come stella dei suoi spettacoli. Lo schema narrativo è esattamente quello di È nata una stella, con lei sempre più famosa e lui sempre più tristemente ai margini, schema cui i molti sceneggiatori – da Age senza Scarpelli, a Steno, a Lucio Fulci, allo stesso Bolognini – avranno probabilmente guardato, anche perché il primo A Star is Born, quello diretto da William Wellmann, risale al 1937 (mentre il più famoso, firmato Cukor, è del 1954, un anno dopo il film di Bolognini). Importante: a interpretare Caterina (però doppiata nei dialoghi dalla leggendaria Lydia Simoneschi) è nientedimeno che Nilla Pizza, allora diva assoluta della nostra canzone per via di due consecutive vittorie ai Sanremo 1951 e 1952. Certo che a scorrere i nomi del cast vengono le vertigini: Sofia Loren, anzi Sophia Loren, poco più che agli esordi, Carlo Dapporto (il protagonista, e lui l’avanspettacolo lo conosceva bene), Mario Carotenuto, Fiorenzo Fiorentini, Giusi Raspani Dandolo, Gianni Agus. Perfino Cino Tortorella non ancora Mago Zurlì e il futuro paroliere Franco Migliacci.

Questa voce è stata pubblicata in animazione, cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.