Film stasera in tv: REVENGE di Coralie Fargeat – giovedì 4 luglio 2024

Revenge di Coralie Fargeat (2018). Cielo, ore 21:20, giovedì 4 luglio 2024.
Il film che, in era ancora prepandemica, ha rivelato presso il pubblico aamante del cinema sanguinolento e ultrapulp il talento di Coralie Fargeat (talento peraltro assai discusso da chi non l’ama, come me). Vale a dire la signora francese che a Cannes 2024, un mese e mezzo fa, ha surriscaldato le platee, anche quelle dei giornalisti, con il suo horror dalle ambizioni e pretese e proclami assai femministi e wokisti The Substance: l’applauso più lungo che ho sentito a un press screening insieme a quello per Anora, il film poi premiato con la Palma d’oro. Ma anche Fargeat è uscita da Cannes  con un premio importante, quello per la migliore sceneggiatura, e sospinta da un hype travolgente che ha già trasformato il suo The Substance in uno degli eventi di questo anno cinematografico. A me, come ho scritto, non mi è granché piaciuto, ma sono tra i pochi ad avere espresso quache riserva in un coro di consensi entusiastici. Vale allora la pena, per capire quanto valga Coralie Fargeat, vedere o rivedere il suo film d’esordio, Revenge, accolto anche quello a suo tempo con molti applausi e solo qualche timida voce contro (tra cui quello del magazine francese  LesInrocks). Stasera Cielo lo manda in onda ed è occasione da non perdere, anche per prepararsi allo tsunami The Substance che in autunno presumibilmente investirà anche l’Italia. Anche in Revenge l’horror, nella sua variante rape & revenge, viene piegato da Fargeat al messaggio profemminile, a grido contro il patriarcato e la mascolinità tossica. Con una storia fin troppo esemplare e didascalica: una ragazza poco avvezza alle cose del mondo viene invitata per una battuta di caccia dal suo amante assai ricco e potente, oltre che ammogliato, in una località fuori dal mondo. Rimasta sola in villa con due amici dell’amante, viene da uno di questi stuprata nella totale indifferenza e dunque complicità di fatto dell’altro. La scaricheranno in un desolatissimo luogo tra i canyon credendola morta. Invece no, Jennifer è viva e giustamente arrabbiata. E parte la sua caccia all’uomo, agli uomini anzi, che l’hanno violata e sarà tremendissima vendetta. In un eccesso di furori e carni maciullate che già anticipano The Substance.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.