Archivi tag: aborto

Il film imperdibile stasera in tv: 4 MESI, 3 SETTIMANE, 2 GIORNI di Cristian Mungiu (dom. 6 nov. 2016, tv in chiaro)

4 mesi, 3 settimane, 2 giorni, Rai Storia, ore 21,10. Domenica 6 novembre 2016. I 4 mesi, 3 settimane, 2 giorni si riferiscono alla gravidanza inoltrata di Gabrita, studentessa in una qualche desolata città della Romania del 1987. Inoltrata, perché … Continua a leggere

Pubblicato in cinema, film, film in tv | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Un film fondamentale stasera in tv: 4 MESI, 3 SETTIMANE, 2 GIORNI (dom. 21 agosto 2016, tv in chiaro)

4 mesi, 3 settimane, 2 giorni, Rai 5, ore 22,56. I 4 mesi, 3 settimane, 2 giorni si riferiscono alla gravidanza inoltrata di Gabrita, studentessa in una qualche desolata città della Romania del 1987. Inoltrata, perché Gabrita con l’aiuta dell’amicia … Continua a leggere

Pubblicato in cinema, Container, film, film in tv | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il film imperdibile stasera in tv: 4 MESI, 3 SETTIMANE, 2 GIORNI (giov. 21 apr. 2016, tv in chiaro)

4 mesi, 3 settimane, 2 giorni, Rai Movie, ore 23,25. I 4 mesi, 3 settimane, 2 giorni del titolo si riferiscono alla gravidanza inoltrata di Gabrita, studentessa in una qualche desolata città della Romania del 1987. Inoltrata, perché Gabrita con … Continua a leggere

Pubblicato in cinema, Container, film, film in tv | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Berlinale 2016. Recensione: 24 WOCHEN. Un aborto a oltre 6 mesi, e in Germania il film diventa un caso

24 Wochen (24 Weeks – 24 settimane) di Anne Zohra Berrached. Con Julia Jentsch, Bjarne Mädel, Johanna Gastdorf, Emilia Pieske, Maria Dragus. Germania. Competizione. Un film tedesco che non è granché, anzi è di una piattezza e banalità di regia … Continua a leggere

Pubblicato in cinema, Container, Dai festival, festival, film, recensioni | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

TorinoFestival. Vincono due film su non-aborto e maternità

Lo dico da un pezzo: al cinema quasi nessuna abortisce più, interrompere una gravidanza pare risulti massimamente sconveniente (in un film almeno) e il bambino, anche quando concepito in travagliatissime circostanze, viene perlopiù tenuto. Un cambiamento epocale, comunque lo si … Continua a leggere

Pubblicato in cinema, Container, Dai festival, film | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento