Archivi tag: angela schanelec

Berlinale 2019. Orso d’oro al film migliore, Synonymes. Tutti i premi (e stavolta la giuria ha fatto la cosa giusta)

Dopo i disastri dell’anno scorso, quando la giuria sciagurata presieduta da Tom Tykwer assegnò l’Orso d’oro al peggio del peggio in concorso, Touch Me Not di Adina Pintilie, stavolta incredibilmente si è premiato il film più bello. Viva Juliette (Binoche) … Continua a leggere

Pubblicato in cinema, Container, Dai festival, festival, film, premi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Berlinale 2019. Recensione: I WAS AT HOME, BUT (Ero a casa, ma), un film di Angela Schanelec. Amleto a Berlino

Ich War Zuhause, aber/I Was at Home, but di Angela Schanelec. Con Maren Eggert, Jakob Lassalle, Clara Möller, Franz Rogowski, Lilith Stangenberg. Competition. Film impervio, ostico, perfino respingente. Raggelato in una sorta di Nuova Oggettività assai tedesca, assai berlinese, a … Continua a leggere

Pubblicato in cinema, Container, Dai festival, festival, film, recensioni | Contrassegnato , , , , , , , | 4 commenti

Festival di Locarno 2016. Recensione: DER TRAUMHAFTE WEG (The Dreamed Path). Cinema al grado zero

Der Traumhafte Weg (The Dreamed Path – Il sentiero sognato), di Angela Schanelec. Con Miriam Jakob, Thorbjörn Björnsson, Maen Eggert. Germania. Concorso internazionale.Uno dei film più ostici e antinarrativi di questo Locarno. Di cui afferriamo a malapena qualche frammento. Una … Continua a leggere

Pubblicato in cinema, Container, Dai festival, festival, film, recensioni | Contrassegnato , , , , , , , | 1 commento