Film stasera sulle tv gratuite: I LUNGHI GIORNI DELLA VENDETTA di Florestano Vancini (sabato 6 luglio 2013)

I lunghi giorni della vendetta, Rai Tre, ore 21,05.
lunghi_giorni_della_vendetta_faccia_dangelo_giuliano_gemma_florestano_vancini_005_jpg_bumzQuando gli spaghetti western erano registi di conclamato impegno a girarli. Sì, in quella mirabile e feconda stagione del nostro cinema (davvero dobbiamo ancora chiamarlo di serie B?) successe che Damiano Damiani, Carlo Lizzani, Giulio Questi e – per questo I lunghi giorni della vendetta – il ferrarese Florestano Vancini impugnarono la macchina da pesa e si misero a riprendere storie di cavalieri solitari, paesaggi (spagnoli di solito) calcinati dal sole, il tutto con musiche morriconiane o simil-morriconiane. E bisogna pure ricordare che Pasolini comparve da attore in qualche scena di Requiescant di Lizzani, a imprimere il suo sigillo all’italian western. Vancini, che veniva da film come La lunga notte del ’43 (il titolo del suo western è dunque allusivo e autocitazionista?) e Le stagioni del nostro amore, si buttò nell’impresa firmandosi con lo pseudonimo, anche se trasparentissimo, di Stan Vance. Starring Giuliano Gemma, uno dei divi del genere, nei panni di un ragazzo innocente messo ingiustamente in prigione. Ne uscirà, e partirà per vendicarsi alla ricerca della carogna che l’ha fatto finire dentro e gli ha pure ucciso il padre. Marco Giusti in Stracult rileva perfidamente come gli western dei professionisti dediti al genere fossero meglio di quelli degli autori engagé, aggiungendo che Vancini girò sempre in pieno sole (e questo mi pare, comunque lo si guardi, un segno autoriale preciso e deciso). Una delle musiche (di Trovajoli) è stata presa a prestito dal solito Tarantino per Kill Bill, ma questo ormai non fa più notizia. Oltre a Gemma ci sono Francisco Rabal, Gabriella Giorgelli e Nieves Navarro.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.