Film stasera in tv: BRONTE, CRONACA DI UN MASSACRO (merc. 21 marzo 2018, tv in chiaro)

Bronte, cronaca di un massacro che i libri di storia non hanno mai raccontato di Florestano Vancini(1971). Iris, ore 23,00, mercoledì 21 marzo 2018.

Il film va in onda nell’ambito del ciclo La lunga primavera, varato da Iris per ricordare-celebrare i 170 anni del Risorgimento italiano (prendendo come date simbolo di innesco quelle delle Cinque giornate di Milano, 18-22 marzo 1848). Audace e controcorrente, la scelta della rete Mediaset dedicata al cinema, in un momento in cui il patriottismo non è di sicuro il sentimento prevalente in un paese sempre più disunito tra Nord, Centro e Sud, come dimostrano gli ultimi risultati elettorali e infiniti altri indizi. L’occasione, comunque, di vedersi parecchi buoni o eccellenti film rimasti nell’ombra per molto tempo, come questo Bronte di Florestano Vancini. Che peraltro del Risorgimento (e dell’impresa garibaldina dei Mille) dà una visione rovesciata rispetto a quella patrottica a lungo dominante.
bronte_cronaca_di_un_massacro_che_i_libri_di_storia_non_hanno_raccontato_ivo_garrani_florestano_vanc_rfjzIl primo film revisionista della spedizione garibaldina e, per estensione, di tutto il Risorgimento. Erano gli anni post-68 e, nella generale ridiscussioni di valori, gerarchie e idee, si revisionò anche l’immagine consegnata ai libri di storia dell’Unità d’Italia. A Bronte, città dell’interno catanese alle falde dell’Etna, nella Sicilia appena conquistata-liberata da Garibaldi, ci fu una rivolta contadina contro il nuovo potere, ci furono saccheggi e sedici uomini vennero uccisi. Il Generale mandò Nino Bixio come suo plenipotenziario incaricandolo di rimettere ordine. E ordine fu. Pocesso ed esecuzioni capitali, alcune palesemente ingiuste come sarebbe emerso da ricerche storiografiche successive. Bronte ci avverte che il Risorgimento non fu innocente. Si può essere più o meno d’accordo con certe re-visioni radicali e filoborboniche (io non lo sono), di cui Bronte resta uno dei testi fondativi, ma questo lavoro di Florestano Vancini va riconosciuto come una robusta ricostruzione di una pagina per molto tempo oscurata di storia patria. Tutto girato in Jugoslavia. Con Ivo Garrani e Mariano Rigillo.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Film stasera in tv: BRONTE, CRONACA DI UN MASSACRO (merc. 21 marzo 2018, tv in chiaro)

  1. Salve, mi permetto solo sommessamente ricordare che alla sceneggiatura partecipò Leonardo Sciascia, che ha scritto cose pregevoli sulla tragedia di Bronte. Va ricordato l’episodio, avvenuto a Bronte, perché segna in negativo quello che è stato il rapporto tra il meridione semi-feudale e il nord avanzato. Questa alleanza politica e sociale, che porta alla nostra unità, nasce con le stimmate del compromesso con i baroni. Ultima osservazione il grande Verga, testimone degli eventi nel senso che li conobbe subito, è usato nella sceneggiatura per la prima parte del film prendendo spunto dalla novella Libertà. Comunque l’iniziativa del canale televisivo è encomiabile, pure la scelta dei film.

    • Luigi Locatelli scrive:

      Grazie per il commento, davvero interessante. Che Sciascia avesse collaborato non lo sapevo. Il film è sicuramente nobile e pregevole, peccato sia diventato nel tempo, al di là delle intenzioni dei suoi autori, una delle stampelle più frequentemente usate dalla ‘vague’ neoborbonica. Che poi su come siano state condotte l’unificazione italiana e la ‘conquista’ del Sud ci sia molto da dire e da discutere, è vero

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.