Film da rivedere stasera in tv: FERIE D’AGOSTO di Paolo Virzì (giovedì 12 agosto 2021)

Ferie d’agosto di Paolo Virzì, Rete 4, ore 23:29. Giovedì 12 agosto 2021. Anche su Infinity+

Paolo Virzì e Laura Morante sul set

È passato un quarto di secolo da quando Ferie d’agosto, film epocale per come fotografava l’Italia divisa di allora e (metafora!) reciprocamente armata, arrivò nei cinema. Hanno pensato il Venerdì di Repubblica e il giornalista Franco Montini a celebrare l’anniversario e tracciare un bilancio, con tanto di intervista tutta da leggere a Paolo Virzì. Il quale smentisce subito fosse un film sulla discesa in campo (politico) di Berluscono e gli opposti schieramenti che ne derivarono, prlando piuttosto di scontro culturale. Intanto, rivediamocelo, Ferie d’agosto, opportunamente mandato in onda stasera da Rete 4, rete berlusconiana. Rieccoci di fronte ala messa in scena della (presunta) differenza antropologica tra l’Italia radical-chic e di sussiego de’ sinistra che si sente esteticamente e moralmente superiore, e quella buzzurra che si ingozza di televisione e altri selvaggi consumismi subculturali, insomma per dirla facile: berlusconiana. O almeno, berlusconiana secondo la visione e la caricatura messa a punto dall’Italia che berlusconiana non è. Siamo nel 1996, il Cavaliere d’Arcore inaspettatamente governa questo paese da oltre un anno. Paolo Virzì, il regista, intercetta quell’Italia spaccata in due (come quella di oggi,come l’Italia di sempre) e ci costruisce sopra e intorno questo arguto film (il soggetto è del Francesco Bruni di Scialla!). Dunque, a Ventotene si ritrovano dirimpettai di vacanza una famiglia intellò-romana democratica, progressista e di gusti sofisticati o almeno ritenuti tali, e un’altra di berluscoidi, padre bottegaio, moglie popolar-sguaiata e figlioli adeguati. Sarà scontro durissimo, di ideologie e modi di vita, poi si troverà una convivenza. Un film di Virzì alla Virzì, capace cioè di cogliere e descrivere un pezzo di questa Italia, ma poi incapace di andare davvero fino in fondo con il disincanto, la cattiveria, la perfidia, anche il malanimo, quelle cose che avevano fatto grande la commedia dei Risi e dei Monicelli cui il nostro chiaramente s’ispira. Mordace e cinico per metà, accomodante e piacione per il resto. Però il mestiere c’è. Ferie d’agosto è anche film di attori: Silvio Orlando, Laura Morante, Ennio Fantastichini, Sabrina Ferilli.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.