STELLA CADENTE, il film-scandalo (insomma) del TorinoFilmFestival

OFF_StellaCadente02Certo i cinefili puri e duri del rigoroso Torino Film Festival si adombreranno e arricceranno il naso e aggrotteranno il sopracciglio al solo sentir parlare di film-scandalo in questa edizione numero 32. Ma che volete, per questo blog ormai è una consuetudine segnalare a ogni festival – da Berlino a Cannes a Venezia passando per Locarno – i film dotati di scene sessualmente esplicite. Il picco devo dire è stato il 2013, con cose tipo Lo sconosciuto del lago e La vie d’Adèle a Cannes e Zone umide a Locarno. Quest’anno si è assistito a una certa restaurazione del bon ton erotico. Tuttavia stasera qui a Torino mi sono imbattuto, in proiezione-stampa, in un film spagnolo, peraltro bellissimo, con una scena eroticamente bizzarra che merita la citazione. No, non diventerà famosa, non susciterà scandali e controversie perché il film – Stella cadente del catalano Luis Miñarro – è talmente di nicchia da relegarne la visione a una stretta minoranza di spettatori. Stella cadente racconta la storia pochissimo conosciuta di Amedeo di Savoia – ebbene sì, figlio del nostro Vittorio Emanuele II – diventato nel 1870 re di Spagna in un momento assai difficile del paese. Re non amato e non voluto da nessuno, rigettato dalla corte, dal governo, dai poteri forti, dal popolo. Il tutto raccontato in uno stile che ricorda i tableaux vivant eleganti e deadpan, impassibili, di un Albert Serra o Manoel de Oliveira, con parecchi echi di Derek Jarman. Bene, nella scena già di straculto vediamo un servo che si masturba penetrando un melone maturo e eiaculandoci dentro con evidente piacere. Nella scena successiva vedremo il melone servito alla tavola del re. Cos’è, uno sfregio al poco amato sovrano? Insomma, l’evoluzione tosta della famosa pisciata del cameriere nella zuppa? O è il segno dell’attrazione provata del servo per il suo re? In ogni caso il regista Luis Miñarro fa centro. Ci sono altri scene di sesso nel film, nessuna però altrettanto inventiva. Prudentemente Stella cadente è stato inserito nella sezione After Hours del festival, quella proiettata in tarda serata.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, Dai festival, festival, film e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a STELLA CADENTE, il film-scandalo (insomma) del TorinoFilmFestival

  1. Mario zanini scrive:

    MA il melone e aperto, tagliato..spiegati meglio…

  2. Pingback: TorinoFilmFestival32 day by day. I 4 film che ho visto domenica 23 novembre | Nuovo Cinema Locatelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.